Coelum Astronomia 214 - 2017 - Page 193

Sopra. Il grafico mostra l’aspetto dei pianeti durante il mese, con indicati i relativi diametri angolari e, per quelli interni, anche la fase. Il diametro di Saturno è riferito all’intero sistema (anelli inclusi).

Venere

Mag. –3,9; Diam. da 12,4" a 11,2".

Osservabile al mattino

Per i primi dieci giorni di settembre Venere sarà visibile tra le stelle del Cancro, dopodichè si sposterà all'interno del Leone. Grazie alla sua magnitudine di segno negativo, il pianeta apparirà a occhio nudo come un grosso e brillante punto luminoso nel cielo mattutino, e basterà anche un piccolo telescopio per riconoscerne la fase. Il pianeta posticiperà il suo sorgere dalle 3:55 del primo del mese, alle 5:01 di fine mese, anticipando ancora di un paio d’ore il sorgere del Sole.

Grazie alla sua elevata luminosità lo si potrà comunque continuare a osservare alto sull’orizzonte est anche immerso nel crepuscolo del mattino.

Marte

Mag. +1,8; Diam. da 3,6" a 3,7".

Osservabile nel cielo della mattina

Anche Marte, come Mercurio, migliorerà gradualmente le sue condizioni di visibilità. Al contrario di Mercurio però manterrà una magnitudine fissa di +1,8, motivo per cui comincerà ad essere osservabile basso sull’orizzonte est-nordest solo dopo la prima decade del mese, quando il cielo comincerà a scurirsi la mattina presto, per via del posticipo del sorgere del Sole. Il pianeta potrà essere osservato nel cielo mattutino entro i confini del Leone, dove rimarrà per tutto il mese. L'altezza sull'orizzonte del pianeta rosso sull'orizzonte si manterrà però di poco più di una decina di gradi, per cui occorrerà aspettare ancora prima di tentarne delle riprese in alta risoluzione.

www.coelum.com

193