Coelum Astronomia 214 - 2017 - Page 172

calmo e sperare che tutto vada bene. Così ti tranquillizzi e ti godi quelle fasi attraverso gli occhiali su cui è stampato "Great American Event". Ogni 5 minuti inoltre devi ricordarti di scattare con la tua reflex una foto a quel momento fuggente che dura solamente quell'attimo, e se ti dimentichi di farlo, non puoi più tornare indietro! Ormai è passato!

La fase avanza e il nostro satellite comincia a bloccare una parte della luce solare: le ombre diventano più definite e se ti rifugi sotto un albero per godere di un po' di fresco, ti accorgi di avere su tutto il corpo e tutto attorno delle piccole proiezioni della fase di quel momento, tante piccole falci di Sole!

Ma dopo un po' la temperatura diventa più gradevole: il calo della temperatura si percepisce in modo evidente e improvvisamente si alza una brezza che ti accarezza la pelle... è il cosiddetto "vento d'eclisse", causato dalla mancanza di irraggiamento solare che provoca anche l'abbassamento della temperatura.

Il foglio con gli orari delle varie fasi e le possibili esposizioni da usare per la ripresa, in quel momento tanto atteso vola via... Lo lasci andare, ormai sai già tutto, e inizi a sorridere: il momento è arrivato!

Il cielo si oscura, rimuovi il filtro astrosolar dall'obiettivo, ti accorgi che c'è solamente un "pezzettino" di Sole. L'ombra è ormai arrivata qui, ecco, ora avvolge me e tutti coloro che gridano per lo stupore. Gli ultimi raggi di Sole sono incredibili perché filtrano attraverso le cavità delle valli sul bordo della Luna, mostrando sono i cosiddetti "grani di Baily". La luce cede poi il posto a una corona che prende forma dal nulla e circonda il disco lunare.

Il cielo ora è buio, di un colore particolare che può somigliare al crepuscolo mentre la corona brilla e puoi anche vedere le luci colorate provenienti dalla cromosfera e le protuberanze solari.

In quei due minuti e 36 secondi diventi una macchina che contemporaneamente fotografa e si gode quello spettacolo unico.

Ma ecco che, improvvisamente, si apre un enorme raggio, un diamante di luce, quasi ti acceca per la sua bellezza indescrivibile.

La corona scompare, è ora di indossare nuovamente gli occhiali di protezione, ma ti accorgi di vedere tutto sfocato... a causa delle lacrime di emozione che hai agli occhi.

Sopra. Una preview non elaborata "in diretta dall'America" mostra la totalità e la corona solare, ripresa da Giuseppe Conzo presso Teton Village nel Gran Teton National Park nel Wyoming.

Coelum Astronomia

172