Coelum Astronomia 213 - 2017 - Page 77

www.coelum.com

77

possono spingere le osservazioni da Terra fino a un massimo di circa 1 raggio solare dal bordo del Sole, mentre a maggiori distanze nessuna osservazione è possibile.

Notevoli difficoltà esistono anche per quanto riguarda le osservazioni dallo spazio. Fuori dalla nostra atmosfera si risolve ovviamente il problema della luminosità del cielo, ma non quello della luce diffratta dal bordo dell’occultatore, che deve avere quindi delle dimensioni proiettate molto maggiori di quelle del disco solare, impedendo l’osservazione della parte più interna della corona solare (tipicamente entro mezzo raggio solare dal bordo).

Il giorno dell'ultima Eclisse Totale di Sole

Le condizioni migliori per avere un'eclissi totale di Sole sono quelle in cui la nostra stella è più lontana possibile dalla Terra e la Luna più vicina possibile, così da coprire per più tempo il Sole. Al contrario, se pensiamo al caso peggiore, con la Luna più lontana possibile e il Sole più vicino possibile, il nostro satellite naturale non riuscirà a coprire il Sole e avremo così un’eclissi anulare.

A mano a mano che la Luna si allontanerà dalla Terra, le eclissi anulari saranno sempre più numerose, a scapito di quelle totali. Il giorno dell'ultima eclisse totale sarà allora quello in cui, persino nelle condizioni migliori, la Luna riuscirà a coprire il Sole solo per una frazione di secondo.

Considerando il raggio del Sole, pari a 695.000 km, risulta che l'angolo sotto il quale viene visto dalla Terra è pari, mediamente, a 32 primi d’arco. Considerando che la Luna ha raggio pari a 1.737,5 km e considerando un punto di osservazione posto sulla superficie terrestre, il nostro satellite naturale al perigeo sarà appena in grado di coprire il Sole se la sua distanza sarà di 387.071 chilometri. Attualmente la distanza minima della Luna è pari a 356.371 km, il che significa che dovrà dunque allontanarsi ancora di altri 30.700 chilometri. Ammettendo di mantenere costante il ritmo attuale di allontanamento (circa 3,8 cm l'anno), questo avverrà tra circa 807 milioni di anni. Considerando però tutte le variabili in gioco, l'attesa si farà ben più breve, arrivando ad un valore di circa 250 milioni di anni. Passato questo periodo, non sarà più possibile assistere alle eclissi totali di Sole dalla Terra.

di Paolo Sirtoli

Sopra. Una bellissima immagine della corona solare, ripresa da Liborio Ribaudo, Marco Cardin e Stefano ottani (Associazione Astronomica Euganea, PD), in occasione dell’eclissi totale di Sole del 29 marzo 2006 a Sallum in Egitto.

Una bella immagine della corona solare, ripresa da Gianno NAtali in occasione dell’eclissi totale di Sole del 11 luglio 2010 dalle isole Tuamotu.