Coelum Astronomia 213 - 2017 - Page 208

208

Coelum Astronomia

anche per la sua inusuale collocazione sul disco della Luna, in una vasta regione degli altipiani più meridionali soggetti a intensissima craterizzazione. Infatti si tratta di un bacino da impatto risalente a circa 4,5 miliardi di anni fa, costituito da tre anelli concentrici. Il primo di questi, il più esteso con diametro di 335 km, è costituito dalle lunghe scarpate che, dall'estremità ovest di Schiller, si estendono fino al cratere Phocylides proseguendo fino ai

crateri Zucchius, Bettinus, Weigel, Rost, per poi chiudere il cerchio con Schiller. Inoltre vi sono gli altri due anelli, di cui uno intermedio di 175 km e il terzo in posizione centrale con diametro di

85 km.

Per l'ultima proposta dovremo attendere la sera del 31 agosto quando il nostro satellite, alle ore

21:02, transiterà in meridiano a un'altezza di +25° e Colongitudine di 28,0°, a nostra disposizione fino alle primissime ore della notte successiva. In questo caso il target sarà costituito dal Mare Cognitum, una regione prevalentemente pianeggiante con diametro di 309 km situata fra l'oceanus Procellarum e l'estremità nordoccidentale del mare Nubium, precisamente

Osserviamo la Falce di Luna

Anche in agosto, per chi va a caccia di sottili falci di Luna vi sono alcuni appuntamenti molto interessanti. Il primo (abbastanza scomodo) è per le primissime ore del 19 agosto quando alle 03:35 una sottile falce di Luna Calante di 26,7 giorni e il pianeta Venere sorgeranno praticamente insieme, separati solo da circa 1,5/2°, osservazione che potrà essere effettuata da qualche coraggioso astrofilo notturno fino in prossimità delle prime luci dell'alba, imperdibile occasione per immortalare questi due bellissimi oggetti in un'unica immagine.

Il secondo, e più comodo, appuntamento è suddiviso in due serate consecutive e in questo caso la falce lunare sarà accompagnata dal pianeta Giove. Infatti la sera del 24 agosto, separati da 11°, la Luna in fase di 3 giorni tramonterà alle ore 21:48, seguita dopo una decina di minuti dal Gigante Gassoso. Infine la sera successiva, il 25 agosto, solamente 1,5/2° separeranno Giove (tramonta alle 21:56) dalla falce lunare di 4 giorni, che tramonterà alle ore 22:16. Oltre al rispetto degli ormai noti parametri meteorologici e strumentali, una visuale completamente libera da ostacoli lungo l'orizzonte ovest-sudovest sarà condizione essenziale per la buona riuscita di queste osservazioni.

ago 10

Bacino "Schiller-Zucchius".