Coelum Astronomia 213 - 2017 - Page 163

Di solito, i giorni in cui la Luna è piena, le osservazioni da parte degli astrofili del cielo stellato sono ridotte all’osso per via del disturbo della luminosità lunare, anche se ciò non toglie che si possa comunque osservare la Luna, con i suoi bellissimi crateri, come ci suggerisce ogni mese Francesco Badalotti nella sua rubrica a pagina 204.

In questa fase, per il fatto che la Luna è illuminata frontalmente, non si possono scorgere i dettagli delle ombre dei crateri, che solitamente nelle fasi lunari intermedie sono molto evidenti, ma si possono vedere benissimo, ad esempio, le raggiere luminose che nascono dal cratere Thyco.

Tra i crateri che più facilmente si scorgono c’è il grande e famoso è Aristarchus, che nei primi anni di osservazione al telescopio era stato addirittura scambiato per un vulcano in eruzione.

In generale gli astrofili appassionati di osservazioni lunari evitano di puntare i loro strumenti durante il plenilunio, proprio per la mancanza di ombre che aumentano l’effetto di tridimensionalità del paesaggio, ci sono però dei rari momenti in cui è possibile sfruttare al meglio la fase di Luna piena, quando abbiamo il manifestarsi delle cosiddette eclissi parziali di Luna…

Il prossimo 7 agosto infatti, si verificherà un’interessante eclissi parziale di Luna, purtroppo però dall’Italia sarà visibile

www.coelum.com

163

Leggi anche:

Fotografiamo le comete

su Coelum Astronomia 212 a pagina 104.

Visita il sito web di Giorgia Hofer con tutte le sue raccolte di immagini!giorgiahoferphotography.com

Giorgia Hofer su

Photo-Coelum

Tutte le immagini di Giorgia su Photo-Coelum!

Clicca qui

Il cielo stellato delle Dolomiti