Coelum Astronomia 213 - 2017 - Page 161

Come ho deciso di fare lo scorso anno, all’inizio del 2016 ho creato un calendario per programmare le riprese, con l’intenzione di ottenere almeno due foto al mese, per poter costruire una figura abbastanza consistente. Tuttavia, per compensare il rischio del “fattore meteo” ho deciso di tenere un ampio margine rispetto alle date segnate, scattando a volte anche due o tre giorni, prima o dopo, la data prefissata in modo da non avere in alcun caso intervalli troppo lunghi, e avere sempre un “piano B” disponibile.

Posso consigliare, comunque, di scattare il numero più alto possibile di fotografie se possibile, per stare sul sicuro: nella composizione finale potremo sempre scartare quelle in eccesso!

In conclusione, devo dire che si tratta di un progetto decisamente impegnativo. Al di là di un pizzico di fortuna con il fattore meteo, occorrono costanza e determinazione per un intero anno, con la tensione e la preoccupazione a ogni data di non avere la possibilità di realizzare lo scatto programmato e quindi con il rischio di dover lasciare il progetto incompleto. Il risultato finale tuttavia è di enorme soddisfazione, e il veder costruire foto dopo foto, giorno dopo giorno, questa figura nel cielo, è sempre a dir poco emozionante!

www.coelum.com

161