Coelum Astronomia 213 - 2017 - Page 153

Durante il passaggio della ISS del 12 giugno scorso sopra i cieli della Sardegna, la Stazione Spaziale appariva nel suo picco massimo di altezza (63°) con una magnitudine pari a –3,9.

Il setup utilizzato per la ripresa è costituito da un telescopio SCT da 14" (C14HD edge) su una montatura GM2000QCI.

La camera di ripresa è una ASI290MM che con i suoi pixel da 2,9 micron permette di raggiungere un campionamento di 0,15 arcsec/pixel.

Prima di eseguire la ripresa bisogna scaricare dal sito celestrack.com del NORAD i parametri orbitali del transito, che verranno poi caricati attraverso il PC e un cavo LAN nella montatura così che la stessa possa inseguire la ISS durante tutto il suo percorso lungo la volta celeste.

Sempre prima della ripresa bisogna pre-impostare in maniera più precisa possibile il fuoco e i parametri di ripresa (gain/fps/gamma). Io ho fatto tutto ciò utilizzando un soggetto come Giove, che ha una magnitudine molto simile.

Una volta impostato il tutto, ho atteso al cercatore che la ISS spuntasse dalle luci del tramonto, con un countdown dato da un'app caricata sul mio smartphone (io utilizzo ISS Detector) con la quale si può seguire il movimento della ISS e rendersi conto in che area geografica si trova, così da capire quanto è distante rispetto al punto da cui si riprende. Di norma, dal mio punto di osservazione, mi "apposto" pronto con l'occhio sul cercatore quando la ISS si trova ormai prossima sopra le Baleari.

www.coelum.com

153