Coelum Astronomia 213 - 2017 - Page 125

essere mantenuto su base volontaristica da alcuni membri dello staff scientifico e, dal 1973, fu dedicato alle ricerche nell’ambito del progetto SETI. Proprio nel corso di una campagna osservativa di tale progetto fu registrato il “Segnale Wow!”.

Nel 1997, il terreno su cui sorgeva il telescopio e l’Osservatorio radio dell’Università Statale dell’Ohio fu reclamato dal legittimo proprietario, la Green Highlands Ltd, che l’aveva acquistato dalla stessa università 14 anni prima. Nello stesso anno iniziarono così i lavori di demolizione dello storico radiotelescopio, terminati poi nel maggio del 1998, per far spazio alla realizzazione dell’espansione a 18 buche del locale campo da golf.

Nonostante le proteste della comunità scientifica, per la quale il radiotelescopio costituiva una sorta di monumento e come tale avrebbe dovuto essere conservato anche dopo la conclusione della sua vita operativa, la grande struttura è stata quindi smantellata per far posto a un campo da golf.

Qui di seguito c’è la lettera che Arthur C. Clarke scrisse nel 1995 (sollecitato da Stuart Kinglsey a nome del gruppo OSU SETI), al Presidente della Ohio State University Gordon Gee, per caldeggiare la conservazione di Big Ear.

Caro Dr. Gordon Gee,

Sono rimasto scioccato nell’apprendere che questo storico telescopio è ancora minacciato, nonostante

la sua capacità unica di esplorare l’universo radio sia stata dimostrata per così tanti anni. Nonostante sia stato decommissionato, esso dovrebbe essere preservato come un monumento nazionale, come le rampe di lancio di Cape Canaveral!

Le scoperte da esso compiute sarebbero d’ispirazione per le future generazioni, e forse aiuterebbero a respingere la marea di anti-intellettualismo che rischia di gettare l’Occidente in una nuova Età Oscura di barbarie.

Spero che Lei sia in grado di preservare uno strumento che ha contribuito, forse più di ogni altra cosa, a rendere la Sua Università famosa in tutto il mondo!

Arthur C. Clarke

www.coelum.com

125

A destra. Sir Arthur Charles Clarke (1917 – 2008), qui fotografato nel giugno 1982, è stato un autore di fantascienza e inventore britannico. Clarke è noto ai più per il suo romanzo "2001: Odissea nello spazio" del 1968, poi sceneggiato nell'omonimo film

realizzato dal regista Stanley Kubrick. Crediti: Rob C. Croes / Anefo.

Link e Riferimenti

È stata una cometa a produrre il segnale WOW? Probabilmente no di Gianni Comoretto -

Query Online - CICAP

http://www.queryonline.it/2017/06/12/e-stata-una-cometa-a-produrre-il-segnale-wow-probabilmente-no/

Was it ET on the line? Or just a comet? di Seth Shostak - SETI Institute

http://www.seti.org/was-it-et-on-the-line-or-just-a-comet

Hydrogen line observations of cometary spectra at 1420 MHz di Antonio Paris - The Center for Planetary Science

http://planetary-science.org/wp-content/uploads/2017/06/Paris_WAS_103_02.pdf