Coelum Astronomia 213 - 2017 - Page 113

www.coelum.com

113

È consigliabile quindi, in una notte buia, impostare i tempi di posa su valori di 20/25 secondi, con sensibilità ISO 1600, il diaframma alla massima apertura consentita dall’obbiettivo in uso (f/3,5 o, ancora meglio, f/2,8 o f/1,8). In questo modo avremo la possibilità di fotografare un cielo piuttosto ricco di stelle e, se abbiamo la fortuna di assistere a una pioggia meteoritica sufficientemente intensa, riusciremo ad avere sul nostro fotogramma anche più di una meteora.

Ovviamente se si riprenderà nelle ore in cui sarà presente la Luna a disturbare la nostra ripresa, dovremo avere l’accuratezza di accorciare i tempi di posa, portandola a 8/10 secondi e soprattutto a diminuire la sensibilità ISO (consiglio però di rimanere comunque sugli 800-1000 ISO).

Usando poi un temporizzatore che faccia scattare la nostra reflex senza il nostro intervento, potremo goderci lo spettacolo dalla comodità di una sedia a sdraio o di una semplice coperta stesa sul prato.

Lo spettacolo migliore e la soddisfazione più grande si hanno sicuramente con l’osservazione visuale… e la meraviglia di riuscire a cogliere con i nostri occhi questi piccoli ma affascinanti lampi nel cielo!

Non mi resta che augurarvi buona fortuna e cieli sereni, invitandovi come sempre a condividere con noi le vostre migliori immagini! A tal proposito, non mancate di caricare i vostri scatti nella gallery Photo-Coelum, sul sito web di Coelum Astronomia.

Come impostare la macchina fotografica

Una stella cadente isolata sopra il Civetta.

nostro satellite naturale, pur essendo in una fase del 73%, sorgerà alle 23:30 circa e, fino a quell’ora quindi, sarà il momento migliore per tentare la ripresa delle Perseidi.