Coelum Astronomia 213 - 2017 - Page 62

Geometria delle eclissi

Un’eclisse totale di Sole è un evento piuttosto raro, perché dipende dalla concomitanza di vari fatti. Ovviamente è necessario che Sole, Luna e Terra si trovino allineati e perché questo avvenga occorre innanzitutto che la Luna si trovi sul piano dell’eclittica (sul quale stanno il Sole e la Terra). Ora, l’orbita della Luna giace su un piano che con l’eclittica fa un angolo di circa 5° e ciò significa che la Luna attraversa l’eclittica due volte al mese (lunare). I punti in cui ciò avviene sono i “nodi” dell’orbita. La Luna passa per lo stesso nodo ogni 27,2122 giorni. Perché si abbia un’eclisse di Sole occorre poi che, quando è al nodo, la Luna sia “nuova” (che si trovi cioè tra il Sole e la Terra) e il tempo che passa tra una Luna nuova (o un’altra fase) e la successiva è di 29,5306 giorni. Ne viene che 223 cicli lunari comportano quasi 242 passaggi al nodo (c’è una differenza di poco più di mezz'ora) che equivalgono a 18 anni, 11 giorni e 8 ore. Questo periodo, detto Saros, era già noto agli antichi Caldei.

Dunque dopo un saros, le condizioni per il verificarsi di un’eclisse di Sole si ripetono (quasi). Tuttavia, non negli stessi luoghi, perché il saros non corrisponde a un numero intero di giorni e in quelle 8 ore la Terra ruota sul proprio asse di circa 120°. Non solo, bisogna anche tener conto che le distanze tra i tre corpi variano continuamente (le orbite sono ellittiche) e da queste dipendono le modalità dell’eclisse.

Questa è la parte giocata dal caso. Le dimensioni del Sole e della Luna e le loro distanze dalla Terra fanno sì che, visti dalla Terra, i due dischi abbiano

Se il piano dell'orbita della Luna non fosse inclinato rispetto all'Eclittica si verificherebbe un'eclisse di Sole (totale o anulare) ad ogni sua rivoluzione attorno alla Terra. L'ombra della Luna può invece raggiungerci solo quando la Terra e il suo satellite si trovano allineati con il Sole in corrispondenza della linea dei nodi (N-N'), dove i due piani si intersecano.

Coelum Astronomia

62

continua »