Coelum Astronomia 212 - 2017 - Page 97

www.coelum.com

97

E veniamo così, infine, al calcolo della Pasqua: questa viene ricavata a partire dalla Lettera Domenicale, che è un codice letterale assegnato a ogni anno (compreso tra A e G, a parte gli anni bisestili dove il codice prevede due lettere) e il cui ciclo, in sincronia col Ciclo Solare, è da utilizzare insieme al dato lunare dell’Epatta. In definitiva,

questi due soli dati, cioè un codice di una lettera (o due) e un numero (Epatta), vengono letti e utilizzati insieme in una tabella a doppia entrata posta frontalmente sul Calendario e da cui si può ricavare infine il giorno e il mese della Pasqua dell’anno corrente, che può variare in un intervallo compreso tra ben 35 giorni (22 marzo - 25 aprile).

Una volta stabilita la data della Pasqua sono così determinate anche tutte le altre Feste mobili (Settuagesima, Ceneri, Ascensione, Pentecoste, S.S. Trinità, Corpus Domini), visibili in un’altra tabella a singola entrata.

In definitiva un vero gioiello del calcolo astronomico, non perdete l’opportunità di vederlo da vicino nella sagrestia della Cappella dei Mercanti, finalmente aperta al pubblico dopo il restauro.

Per prenotare una visita alla Cappella dei Mercanti di Torino, trovate qui tutte le informazioni.