Coelum Astronomia 212 - 2017 - Page 65

www.coelum.com

65

Minaccia Fantasma

«Là fuori, da qualche parte, nascosto nell'ombra come un abile e spietato sicario, un proiettile cosmico sta già percorrendo una rotta che lo porterà a tamponare con violenza la Terra. Non sappiamo nulla dell'intruso, eppure siamo certi della sua esistenza, come pure che ogni città in ogni parte del mondo possa trasformarsi ogni singolo giorno dell'anno in un potenziale bersaglio...»

E’ solo una questione di tempo, insomma. La percezione di questo rischio e delle sue conseguenze, purtroppo, è ancora poco diffusa e spesso viene relegata nel regno della fantascienza. Non è semplice provare a rimediare a questa lacuna, ancora più complicato provare a farlo ricorrendo a un linguaggio da non addetti ai lavori.

Lo scopo principale di «Minaccia Fantasma» è proprio quello di togliere dal suo pericoloso limbo e chiarire la terrificante portata di un impatto cosmico. Non si tratta del frutto di fervide immaginazioni e per provare a proteggerci non possiamo disporre di tutto il tempo che vogliamo. Occuparcene domani potrebbe già essere tardi.

piuttosto che un'altra? Chi presiede e governa le operazioni di preparazione e di svolgimento di tale missione? Chi finanzia tali operazioni? Questioni decisamente complicate da dirimere per una comunità internazionale non sempre propensa al dialogo e alla collaborazione. Demandare tali decisioni alle Nazioni Unite, come potrebbe suggerire in prima battuta la logica, comporta il grave rischio di affidare la scelta a persone indubbiamente valide sul piano politico e diplomatico, ma probabilmente meno preparate nell'ambito su cui sono chiamate a decidere.

È indispensabile poi che il meccanismo decisionale sia ben rodato. Trovandoci in situazione di emergenza planetaria, sarebbe davvero tragico assistere ai balbettii di un organismo incaricato di prendere rapidamente decisioni cruciali per il pianeta che, anziché decidere, ristagna e tentenna in una desolante situazione di stallo, inesorabilmente bloccato da veti incrociati e contrapposizioni interne.

Mantenere alta l’attenzione sul rischio impatto, insomma, non significa unicamente affrontarne gli aspetti strettamente astronomici, fisici o ingegneristici, ma valutarne ogni possibile aspetto. Compreso quello legale.

Leggi la scheda su Amazon