Coelum Astronomia 212 - 2017 - Page 60

60

Coelum Astronomia

Sopra. Un’illustrazione del telescopio spaziale WISE. Lanciato nel dicembre 2009, WISE è rimasto operativo per un totale di poco più di un anno. Una vita breve rapportata a quella di altri satelliti analoghi. Ciò è dovuto al fatto che costruire un telescopio sensibile all’infrarosso è piuttosto difficoltoso. Senza un valido sistema di raffreddamento il telescopio stesso creerebbe un alone di luce infrarossa, più luminosa degli oggetti che dovrebbe rilevare. Per risolvere questo problema WISE ha dovuto raffreddare i suoi componenti fino a circa 15°C sopra lo zero assoluto (-258°C) usando un sistema criogenico a idrogeno liquido, purtroppo destinato a esaurirsi molto presto. Nel corso della sua breve vita operativa il telescopio spaziale WISE ha esplorato per due volte l’intera volta celeste, creando nell’infrarosso il più completo catalogo finora mai realizzato di oggetti a debole emissione presenti nel cosmo: grandi nubi di polvere, stelle nane brune, galassie remote, comete, asteroidi della fascia principale… Conclusa la missione primaria, durata circa nove mesi, il telescopio spaziale si è impegnato in una missione supplementare denominata NEOWISE (Near-Earth Object WISE): il satellite è stato utilizzato per fare un censimento dei NEA, ovvero di tutti quegli asteroidi che si avvicinano pericolosamente o addirittura tagliano l’orbita del nostro pianeta. Dopo un letargo di due anni, nel settembre del 2013 WISE è stato riattivato per una nuova missione di ricerca di NEO potenzialmente pericolosi e, forse, anche per la ricerca di un asteroide che la NASA potrebbe esplorare e catturare in futuro (missione ARM, Asteroid Redirect Mission).

Insomma, altre ottime ragioni per sottolineare quanto sia indispensabile il costante monitoraggio di quello sciame di oggetti che ronzano dalle parti del nostro pianeta. Solo grazie a questo controllo continuo, oggi si può affermare che nell’immediato futuro, almeno per quanto riguarda gli oggetti finora scoperti, non corriamo nessun pericolo.