Coelum Astronomia 212 - 2017 - Page 28

28

Coelum Astronomia

Mars Science Laboratory

CuriosityMarte, Sol 1700 (18 maggio 2017).

Il grande rover sta salendo lungo le pendici del Monte Sharp, una formazione rocciosa alta 4800 metri posta al centro del cratere Gale, dove è atterrato oltre quattro anni fa.

Sono in corso delle analisi sulla forma e la distribuzione dei granelli di sabbia nelle dune marziane. Lo scopo è quello di trovare dei legami fra la direzione del vento e la distribuzione delle sabbie per riuscire a capire come l’atmosfera si è evoluta nel tempo, vedendo come erano conformate le antiche dune fossili.

Uno dei problemi della strumentazione di MSL è che i dispositivi in grado di misurare velocità e direzione del vento si sono guastati e attualmente i tecnici sono costretti a guardare proprio come si comportano i granelli di sabbia per capire la direzione e la forza del vento. Si sta anche cercando di risolvere il problema riscontrato circa cinque mesi fa quando il trapano a percussione ha iniziato a funzionare male e assorbire troppa corrente. Da allora non è più stato usato, ma si stanno studiando dei metodi alternativi per riprendere l’uso di questo attrezzo.

Intanto il lavoro prosegue.

quantità di ostacoli in modo da attraversare l'intera vallata e poter studiare il più possibile la conformazione e le forme dei vari materiali che compongono le pareti.

La missione ha iniziato il suo 150esimo mese dall'arrivo su Marte in quel gennaio del 2004 quando Opportunity ha toccato la superficie al Meridiani Planum. La durata prevista per la missione era di soli tre mesi.

Al Sol 4725 (9 maggio 2017), l’energia generata dai pannelli solari è stata di 391 Wh con un’opacità atmosferica (Tau) di 0,893 e un fattore polvere sui pannelli di 0,554 (pannelli perfettamente puliti hanno un fattore polvere di 1). Tutti i sistemi sono in condizioni di funzionamento nominale. L’odometria totale è ora a 44,74 km percorsi sulla superficie di Marte.

Sopra. Una scena a 360° della "Ogunquit Beach" ripresa dalla Mastcam a bordo di Curiosity il 24/25 marzo 2017. L'immagine include parte delle dune lineari che il rover della NASA ha esaminato a inizio 2017, per confrontarle con le dune a forma di mezza luna che aveva incontrato precedentemente. Il paesaggio mostra la scura e ondulata superficie delle dune attive, da cui affiora la base di roccia sedimentata su cui si muove il rover. Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS.