Coelum Astronomia 212 - 2017 - Page 163

La mia ultima osservazione dell’oggetto risale a metà maggio. In un binocolo 20x90 ho notato la sua lenta crescita di luminosità, che la rende comunque di facile osservazione sotto cieli bui. Possiede un bel nucleo piuttosto condensato con all’interno un falso nucleo stellare circondato da un piccolo alone abbastanza luminoso e più esternamente da un alone più esteso ed etereo. Risulta osservabile anche la coda, cresciuta a sua volta, debole ma percepibile ed estesa qualche primo d’arco. Non è distante dall’ottava magnitudine.

Un’altra bella cometa dovrebbe risultare la C/2015 ER61 PanSTARRS, che è segnalata più luminosa del previsto e sarà visibile poco prima dell’alba inizialmente all’interno dell’estesa costellazione dei Pesci, per poi valicare i confini dell’Ariete. Nei primi giorni di giugno la troveremo probabilmente attorno alla settima magnitudine molto bassa in cielo. In seguito si

alzerà cominciando però lentamente a indebolirsi.

Per ultima abbiamo lasciato la 41/P Tuttle-Giacobini-Kresak, decisamente diretta verso sud, visibile già non appena fa buio in movimento tra Ercole, Ofiuco e la Coda di Serpente, dove incrocerà la Via Lattea. Sta ormai allontanandosi inesorabilmente e dunque perdendo luminosità. A inizio mese potrebbe essere di decima magnitudine, per niente esaltante ma comunque alla portata di strumenti modesti.

www.coelum.com

163

Sopra. La Cometa C/2015 V2 Johnson incontra la stella doppia Alkalurops (Mu Bootis) di Fernando De Ronzo - Gruppo Astrofili del Salento. La ripresa è stata effettuata il 13 maggio 2017 dalle ore 21:30 alle 22:20 presso Parco dei Guerrieri - Vaste di Poggardo (LE) quando la C/2015 V2 Johnson era ad una distanza di circa 135 milioni di km nella Costellazione del Boote. Nell'immagine si nota la cometa prospetticamente vicina alla stella Doppia Alkalurops (Mu Bootis). Somma di 16 pose da 3 minuti riprese a 800 ISO con la Canon Eos600d fullspectrum dotata di filtro IDAS lps-D1 al fuoco del rifrattore N.T. 90\500 ridotto a f4,4 con riduttore\spianatore 0,8x su montatura HEQ5 autoguidata dal Synguider S.W. Elaborazione: D.S.S.+Pixinsight LE1.0+PScc.

Crediti: Seiichi Yoshida.