Coelum Astronomia 212 - 2017 - Page 132

132

Coelum Astronomia

Emisfero Ovest

Guardando a Ovest

Guardando a occidente, verso sud sta ormai digradando la grande figura della Vergine, che in questo periodo ospita il brillantissimo Giove, con il suo caratteristico colore giallo paglierino. Già la conosciamo come regione dove si proiettano innumerevoli galassie, e ne abbiamo viste di bellissime riprese ai telescopi remoti ASTRA, ma

non dobbiamo dimenticare di osservare (è

sufficiente un piccolo binocolo) le meravigliose stelle di questa costellazione. Ecco nelle pagine seguenti, Spica (mag. +0,95), la stella alfa della Vergine, e la più debole delta Virginis (mag. +3,35), riprese al telescopio remoto UAI (ASTRA #2): è impressionante notare la differenza della loro luce, fredda e azzurra la prima e color rosso cupo la seconda.

Visualizza la Mappa del Cielo dell'Emisfero Ovest

Sopra. Ospite della costellazione di Boote, ecco la cometa C 2015 V2 “Johnson”, fotografata il 5 maggio dal Telescopio Remoto ASTRA #4. (Takahashi Sky 90, 405 mm/4.5 & SBIG ST10XME su EQ6, Traversella, TO). Massimo Orgiazzi.

brillante “stella” di colore paglierino: si tratta in realtà del pianeta Saturno. Vediamo poi il Serpente, con la sua Coda, proprio sotto Ofiuco e la sua Testa, subito sopra.

Vogliamo ora lo sguardo verso nord: se ci troviamo sotto cieli bui, potremo ammirare, in alto, il lungo nastro delle stelle del Dragone, più in basso il Cefeo che inizia a innalzarsi e, più in basso, lo “zig-zag” delle stelle di Cassiopea, che nei prossimi mesi vedremo svettare molto più in alto.