Coelum Astronomia 212 - 2017 - Page 128

Per gli appassionati mattinieri, il 20 giugno la mattina molto presto, già prima delle 04:00, sarà possibile osservare sull’orizzonte est una bella congiunzione, piuttosto larga, tra una sottile falce di Luna (fase 22%) e il pianeta Venere molto brillante (mag. –4,2) e in fase del 58%, posti a circa 10 gradi di altezza. I due astri, che si mostreranno allineati e paralleli la mattina del 20 giugno, guadagneranno altezza con il passare dei minuti, ma il cielo sarà sempre più chiaro, con il Sole che sorgerà poco dopo le 5:30. La mattina del 21 giugno, sempre alla stessa ora, la Luna (fase del 13%) sarà nuovamente in congiunzione con Venere che questa volta sovrasterà il nostro satellite naturale, ponendosi subito al di sopra di esso, in verticale. In questa occasione saranno solo 4 i gradi che separeranno i due astri. Grazie alla sua alta luminosità, nelle ore successive si potrà però tentare la ripresa diurna del pianeta.

Circa 7° più in alto rispetto alla Luna si troverà anche il pianeta Urano, che completa il quadro, anche se sarà ovviamente impossibile da scorgere ad occhio nudo, data la sua luminosità molto bassa (mag. +5,85).

20 – 21 giugno 2017, ore 4:00: congiunzione Luna – Venere

26 giugno 2017, ore 22:00: Avvicinamento Luna – M 44

La sera del 26 giugno potrebbe presentarsi l’occasione giusta per cimentarsi in una ripresa particolare e impegnativa. Una falce di Luna (fase 10%), infatti, si avvicinerà a circa 6° dall’Ammasso del Presepe (M 44 - Beehive Cluster), nella costellazione del Cancro. All’ora indicata, i due oggetti si troveranno a circa 8° sull’orizzonte ovest–nordovest con il cielo ancora piuttosto chiaro. Considerando la luminosità della falce di Luna, dell’ammasso M 44 e del cielo chiaro, risulterà sicuramente avvincente riuscire a scattare una fotografia suggestiva. Sarà

128

Coelum Astronomia