Coelum Astronomia 212 - 2017 - Page 115

Complimenti a Giorgia da parte di tutta la redazione di Coelum Astronomia per il bellissimo risultato e il riconoscimento ricevuto e complimenti anche agli altri astrofotografi che hanno voluto condividere con noi le loro bellissime immagini!

Immagine di Mauro Muscas.

Immagine di Davide Ventura.

A sinistra. Ecco come apparivano la Luna e Aldebaran dopo circa 20 minuti dal primo scatto: si vede la stella, appena riemersa dal lembo lunare, mentre i due astri stanno per tuffarsi dietro il Ciastelin. Le foto sono state scattate venerdì 28 aprile 2017, alle 21:20 da Laggio di Cadore, paese in cui vivo.

La Luna Occulta Aldebaran su Photo-Coelum

Oltre alla bellissima immagine di Giorgia Hofer, che ha meritatamente conquistato l’APOD e che l’autrice ci ha presentato in queste pagine, proponiamo qui altre immagini dell’evento inserite in Photo-Coelum, la gallery dei lettori di Coelum Astronomia.

È il caso di Davide Ventura che, da Brescia, ha creato un mosaico di immagini (visibile nella prosima pagina in alto) che mettono in evidenza i momenti salienti del fenomeno, dall’ingresso della stella alla sua riemersione. Ecco cosa dice l’astrofotografo: «L’ingresso è risultato difficile da riprendere per via della luce del crepuscolo, e infatti solo in una delle foto che ho scattato in quel momento è visibile Aldebaran. Inoltre c’è stato un temporale nel primo pomeriggio e le nubi si sono diradate solo in serata… La strumentazione che ho utilizzato è una reflex digitale Canon 60D e rifrattore Pentax 75 su montatura GPD2».

Anche Mauro Muscas ha caricato nella nostra gallery una suggestiva immagine della Luna e Aldebaran (vedi immagine nella prossima pagina in basso). Ecco cosa ci scrive: «L’immagine ritrae l’uscita di Aldebaran dopo l’occultazione da parte della Luna (purtroppo l’ingresso è avvenuto a un’ora in cui la luce del Sole era troppo forte e quindi quasi impossibile da riprendere). Il fenomeno è avvenuto la sera del 28 aprile 2017. Ho utilizzato una fotocamera digitale Canon EOS 7D, teleobiettivo SIGMA 150-500, f/6,3 (usato a 500 mm), esposizione di mezzo secondo per la prima foto e 1,3 secondi per le altre due. La sensibilità impostata era di ISO 800. L’immagine qui presente è la somma di tre foto, realizzata con il software Startrails ed elaborazione con Photoshop».

www.coelum.com

115