Coelum Astronomia 211 - 2017 - Page 60

millennio a.C., il quale per l’appunto era proprietario di un carro descritto come “Splendente come il Sole”. Per di più si specifica che tale carro aveva “ruote brillanti circondate da gioielli” e poteva “salire in alto attraverso le nuvole ogni volta che voleva”, descrizioni che sembrano riferimenti poetici all’alone solare e al suo verificarsi in presenza di nuvole.

Ecco quindi ricomparire in Oriente il nostro Issione (e la sua ruota fiammeggiante) che splende in cielo tra le nubi. Anche il buon Aksha, nel racconto indiano, muore.

Sopra. Issione sulla ruota di fuoco. Rilievo da Side (Turchia). Crediti: Marco Prins.

60

Coelum Astronomia