Coelum Astronomia 211 - 2017 - Page 121

www.coelum.com

121

convertire nella più “leggera” 2,5 mesi luce o in 6000 orbite terrestri messe l'una di seguito all'altra! Per completare quindi una mutua orbita, il tempo richiesto sarebbe dell'ordine dei 100 mila anni, se non addirittura pari a qualche milione di anni! Ad ogni modo, dal momento che il periodo è così lungo, la principale conferma che i due sistemi siano fisicamente legati deriva dalla comune velocità di avvicinamento al Sole, pari a circa 28 km/s. Potendo ipoteticamente sostare su un pianeta in orbita attorno a una delle due coppie, vedremmo l'altra apparire luminosa come un quarto di Luna, con le componenti separate da meno di 1°.

Ma non finisce qui: poco più di una trentina di anni fa, alcuni studi interferometrici evidenziarono la presenza di una quinta stella, orbitante attorno ad una delle componenti di ε2 Lyr e separata al massimo da soli 0,2" d'arco, valore troppo piccolo per poterla risolvere con l'osservazione diretta. La sua esistenza venne in seguito confermata da altre due osservazioni ma a causa dei pochi dati ottenuti non è stato possibile calcolarne l'orbita, sebbene il suo rapido movimento suggerisca un periodo orbitale pari a qualche decina di anni.

«Un semplice sguardo gettato su questo punto del Cielo esalta più vivamente l'anima del filosofo, di quanto potrebbe fare la lettura di tutti i libri della Biblioteca di Parigi». Aveva anche qui ragione Flammarion: e dire che il viaggio tra le meraviglie offerte da questa piccola parte di cielo dominata da Vega è appena iniziato!

Non perdetevi la prossima puntata con la seconda parte!

Da un punto di vista fisico, le stelle principali delle due coppie sono di sequenza principali e tipo A, bianche quindi, mentre le secondarie sono bianco-giallognole essendo di tipo F. Con una massa pari a 2,3 volte il Sole, ε1 Lyr A è la più massiccia mentre la compagna, ε1 Lyr B, ha una massa 1,6 volte quella solare. Il sistema di ε2 Lyr è invece composto da due stelle piuttosto simili tra loro, con masse di 1,86 (ε2 Lyr A) e 1,70 (ε2 Lyr B) quella della nostra stella.