Coelum Astronomia 211 - 2017 - Page 110

120

Coelum Astronomia

occidentale. Si avvicinano al tramonto anche le costellazioni dell’Auriga e dei Gemelli. Varrà ancora la pena nel cielo buio di campagna, se liberi da ostacoli all’orizzonte, di andare a cercare le loro luminose stelle e gli splendidi ammassi stellari aperti che si disseminano nella Via Lattea invernale. Ecco nell'immagine qui sotto, nei Gemelli la bellissima Polluce (mag. +1,15) in alto nei Gemelli, affiancata da Castore (mag. +1,9) e i 2 ammassi aperti M 35 e NGC 2158 ai piedi dei Gemelli, ambedue riprese al telescopio remoto UAI (ASTRA #2).

110

Sopra. Polluce nei Gemelli, una luminosa gigante rossa a 50 anni luce dalla Terra. Telescopio Remoto UAI (ASTRA #2, Newton, 750 mm/5 & SBIG ST8XME su Avalon M uno, Castiglione del Lago, PG). Giorgio Bianciardi.

A sinistra. L’ammasso stellare aperto M 35 nei Gemelli sulla sinistra ricco di giovani stelle azzurre a 2500 anni luce dalla Terra e sulla destra il lontano e ammasso stellare NGC 2158 popolato di anziane giganti rosse a 16 000 anni luce dalla Terra. Telescopio Remoto UAI (ASTRA #2, Newton, 750 mm/5 & SBIG ST8XME su Avalon M uno, Castiglione del Lago, PG). Enzo Pedrini.