Coelum Astronomia 211 - 2017 - Page 102

102

Coelum Astronomia

Una sottile falce di Luna crescente (fase = 28%) sarà protagonista di una congiunzione piuttosto larga con Aldebaran (alfa Tauri, mag. +0,9) la brillante lucida del Toro.

La distanza tra i due astri sarà all'incirca di 5°. Nelle immediate vicinanze di Aldebaran le Iadi faranno bella mostra di sé, e si potranno inserire in riprese a grande campo assieme a Luna e Aldebaran.

L’occasione può essere sfruttata anche per tentare la ripresa della Luce Cinerea della Luna.

1 aprile 2017, ore 21:00: congiunzione Luna – Aldebaran

Sarà facilmente individuabile a occhio nudo (mag. –2,4), sorgendo sempre prima dell’inizio della notte astronomica: lo troveremo quindi al meridiano, in ottime condizioni di osservabilità, sempre più presto in prima serata (22:32 a metà mese). Per tutto il mese potrà essere rintracciato tra le stelle della Vergine, e attraverso un telescopio a 35 ingrandimenti (un Newton 200 f/5 per chi scrive) è possibile scorgere le bande equatoriali nord e sud e, in condizioni di seeing ottimale, anche le zone temperate dei due emisferi.

Saturno

Osservabile per tutta la notte.

Mag.: da +0,2 a +0,1; Diam.: da 40,6" a 41,7" (anelli inclusi).

La visibilità di Saturno migliorerà nel corso del mese in vista dell'opposizione del

prossimo mese: il pianeta sarà osservabile fino al 18 maggio nel Sagittario, poi si

sposterà gradualmente in Ofiuco muovendosi di moto retrogrado. Nel corso del mese

anticiperà la sua levata dalle 23:43 di inizio mese fino alle 21:37 a fine mese.

Inizierà quindi a diventare molto interessante osservarlo al telescopio: con un Newton 200 f/5 sarà possibile apprezzarne i maestosi anelli e, in condizioni di seeing ottimale, la Divisione Cassini – una zona all'interno dell'anello di Saturno caratterizzata da una densità di materia relativamente bassa, ragion per cui al telescopio sembra essere una zona vuota. Si potranno tentare anche delle riprese con la webcam o fotografiche. Sarà visibile a occhio nudo grazie alla sua luminosità di magnitudine +0,2.

Urano

Inosservabile nel corso del mese.

Mag.: +5,9; Diam.: 3,4".

Nel corso di maggio Urano rimarrà nella costellazione dei Pesci, ma sarà inosservabile per tutto il mese: sorgerà poco prima della levata del Sole, quando il cielo sarà già chiaro, per tramontare invece sempre prima della nostra stella. Lo ritroveremo la mattina molto presto solo a giugno.

Nettuno

Osservabile la mattina presto a fine mese.

Mag.: +7,9; Diam.: 2,4".

Nel corso del mese Nettuno continuerà a spostarsi lentamente tra le stelle dell'Acquario. Sarà possibile tentare l’osservazione del lontano pianeta solo la mattina molto presto: a inizio mese Nettuno sorgerà alle 4:00 e verso le 2:00 a fine mese. Anticiperà quindi il sorgere del Sole di qualche ora, utile per compiere qualche osservazione telescopica (non è visibile a occhio nudo, mag. +7,9). Il momento migliore per osservarlo sarà però nella seconda metà del mese, verso le 4 del mattino, quando lo troveremo a un’altezza di circa 12° sull’orizzonte est-sudest.