Coelum Astronomia 211 - 2017 - Page 101

Venere

Osservabile al mattino.

Mag.: da –4,7 a –4,5; Diam.: da 37,9" a 24,9".

In maggio potremo osservare il pianeta Venere al mattino: il brillante astro vedrà anticipare via via la sua levata dall’orizzonte est e a metà mese sorgerà appena qualche minuto dopo le 4 (quindi quasi due ore prima del sorgere del Sole). Lo potremo trovare tra le stelle della costellazione dei Pesci, dove vi rimarrà per tutto il mese, a circa una ventina di gradi di altezza sull'orizzonte al momento del sorgere del Sole. Considerata la sua elevata luminosità (mag. –4,5) il pianeta sarà ben riconoscibile a occhio nudo e, con l’aiuto di un telescopio, sarà possibile vederne la fase.

Marte

Osservabile nella prima parte della notte.

Mag.: da +1,6 a +1,7 ; Diam.: da 3,9" a 3,7".

Nel corso del mese la visibilità di Marte peggiorerà gradualmente: il pianeta sarà infatti

sempre molto basso sull’orizzonte occidentale, anticipando sempre più il suo tramonto (22:23 a inizio mese per arrivare alle 22:03 a fine mese). Lo troveremo, quindi, la sera dopo il tramonto del Sole, nel cielo della costellazione del Toro, dove il Pianeta Rosso risulterà comunque visibile anche a occhio nudo (mag. +1,6) e sarà facilmente riconoscibile come un puntino luminoso di colore arancio–rossastro. Al telescopio si potranno tentare comunque alcune osservazioni, anche se il diametro angolare apparente in diminuzione nel corso del mese e soprattutto la sua bassa elevazione sull’orizzonte renderà piuttosto difficoltoso osservare dettagli superficiali.

Giove

Osservabile per tutta la notte

Mag.: da –2,4 a –2,3; Diam.: da 43,5" a 40,8".

Nonostante l'opposizione sia passata da ormai un mese, Giove continuerà comunque a

essere in condizioni ottimali di osservabilità, offrendo un grande spettacolo per tutta la notte.