Coelum Astronomia 211 - 2017 - Page 22

È terminata la Expedition 50, con il rientro di Shane Kimbrough, Sergey Ryzhikov e Andrey Borisenko, avvenuto il 10 aprile nelle steppe del Kazakhstan con la Soyuz MS-02. La Expedition 51 è iniziata con gli astronauti Peggy Whitson, Oleg Novitskiy e Thomas Pesquet, equipaggio che verrà completato dall’arrivo della Soyuz MS-04 con a bordo Fyodor Yurchikhin e Jack Fischer, due soli componenti dato che Roscosmos ha deciso che a bordo della Stazione Spaziale non c’è lavoro per un equipaggio completo di sei persone. La MS-04 è partita il 20 aprile da Baikonur con l’attracco previsto per lo stesso giorno. Il comandante della Expedition 51 è l’americana Peggy Whitson la cui permanenza a bordo della ISS è stata prolungata di tre mesi per compensare la mancanza del terzo componente nella MS-04.

Il 24 marzo Shane Kimbrough e Thomas Pesquet hanno effettuato un’attività extraveicolare (EVA) per una serie di operazioni minori di manutenzione alle strutture esterne della Stazione. La stessa cosa è stata portata a termine da Kimbrough e Whitson il 30 marzo. Tutto è andato per il meglio, salvo per una delle coperture termiche esterne che, dopo essere stata montata, si è staccata allontanandosi dalla ISS. Gli astronauti hanno quindi dovuto recuperare una delle vecchie coperture per rimpiazzare il pezzo mancante.

Il 3 aprile i motori del modulo Zvezda sono stati accesi per un reboost della Stazione, un leggero aumento di quota che si rende periodicamente necessario per ripristinare la perdita di velocità dovuta all’atmosfera residua presente a quella quota.

Il 14 aprile, gli astronauti a bordo della ISS hanno sostituito la lastra di vetro interna dell’oblò centrale del modulo Cupola (Finestra 7). L’operazione è andata a buon fine e senza causare alcun rischio per gli astronauti dato che si tratta di un’operazione prevista dalla manutenzione ordinaria del modulo.

Ogni finestra è infatti composta da 4 lastre: due

NOTIZIARIO DI ASTRONAUTICA

a cura di Luigi Morielli

Stazione Spaziale Internazionale

22

Coelum Astronomia

Crediti: NASA.