Coelum Astronomia 210 - 2017 - Page 164

Coelum Astronomia

164

Guida all’Osservazione

Il cratere Clavius

cielo occidentale, la sera del 30 aprile dalle ore 21:00 consigliamo l’osservazione di una regione lunare che proprio quella sera verrà a trovarsi in librazione favorevole, fenomeno dovuto al non perfetto sincronismo dei moti di rotazione e rivoluzione del nostro satellite e di cui abbiamo parlato nel precedente numero. In questo caso si tratta di orientare il telescopio a circa metà fra l’inconfondibile area scura del mare Crisium e l’estremità settentrionale della falce lunare dove noterete, a breve distanza dal bordo nordorientale della Luna, la scura platea del cratere Endymion (diametro 129 km). Da qui spostandoci verso nordest ci troveremo nella zona interessata dal fenomeno della librazione favorevole che ci consentirà di individuare le strutture situate a est del mare Humboldtianum (diametro 165 km, superficie 22 000 kmq) nell’area che lo separa dal cratere Compton (diametro 162 km), quest’ultimo situato nell’emisfero non visibile dalla Terra. Ottima occasione almeno per osservazioni visuali certamente al limite ma sempre molto interessanti.

02

In considerazione della presenza della linea del terminatore, in prossimità della zona oggetto delle nostre osservazioni, Il 5 e il 6 aprile potremo disporre delle ideali condizioni osservative per scandagliare in dettaglio una porzione dell’altopiano meridionale del nostro satellite, vastissima regione in cui, in ere geologiche ormai lontane, la densità della craterizzazione raggiunse punte elevatissime. Questo settore della Luna si distingue dai mari lunari per la colorazione più chiara delle anortositi, materiali costituiti da silicato di calcio e alluminio. Tipico di queste regioni è il KREEP (acronimo dell'espressione K (potassio), Rare Earth Elements (terre rare), e P (fosforo)), costituito da rocce contenenti potassio, terre rare e fosforo in netto contrasto con la colorazione generalmente più scura delle distese basaltiche dei mari.

Nel caso specifico, concentreremo la nostra attenzione sul cratere Clavius e l’area

immediatamente adiacente. Infatti a partire dalle ore 21:00 circa del 5 aprile la Luna sarà in fase di 8,7 giorni a un’altezza iniziale di +60°, colongitudine di 20.2°, illuminazione al 71,5% con transito in meridiano alle ore

21:18 a +60°. La sera successiva, il 6 aprile, sempre dalle ore 21:00 la Luna sarà in fase di 9,7 giorni a un’altezza iniziale di +54°, colongitudine di 32.4°, illuminazione 80,6% con transito in meridiano alle ore 22:09 a +57°.