Coelum Astronomia 210 - 2017 - Page 132

Sopra. Il grafico mostra l’aspetto dei pianeti durante il mese, con indicati i relativi diametri angolari e, per quelli interni, anche la fase. Il diametro di Saturno è riferito all’intero sistema (anelli inclusi).

PIANETI

Di seguito vengono fornite alcune indicazioni sulle condizioni di osservabilità dei pianeti per il mese di aprile 2017.

Mercurio

Osservabile per buona parte del mese.

Mag.: da –0,2 a +2,8; Diam.: da 7,5" a 11,3".

Mercurio sarà osservabile per buona parte del mese: il primo aprile si troverà alla massima elongazione orientale dal Sole (circa 19°), per cui potrà essere osservato nel cielo della sera poco dopo il tramonto del Sole, anche se la sua luminosità sarà piuttosto bassa, tanto che dal 2 aprile la sua magnitudine diverrà positiva. Mercurio sarà stazionario il 10 aprile, poi si avvierà gradualmente verso la congiunzione eliaca inferiore del 20 aprile. Fino al 23 aprile il piccolo pianeta sarà osservabile tra le stelle dell'Ariete, dopodichè si sposterà nel cielo della costellazione dei Pesci.

Venere

Visibile la mattina presto nella seconda metà del mese.

Mag.: da –4,2 a –4,7; Diam.: da 58,0" a 38,5".

Dopo la congiunzione eliaca inferiore del 25 marzo, Venere sarà stazionario il 13 aprile. Sarà inosservabile, la sera, per tutto il mese perché scenderà sotto l’orizzonte prima del tramonto del Sole. Lo ritroveremo la mattina presto (sorgerà via via sempre prima, poco dopo le 5 del mattino) nella seconda metà del mese, tra le stelle dei

132

Coelum Astronomia