Coelum Astronomia 209 - 2017 - Page 81

www.coelum.com

81

Il Kuiper Airborne Observatory (KAO)

Sopra. Il Gerard Kuiper Airborne Observatory (KAO) in volo. Si nota il portellone aperto del comparto telescopio, posto proprio davanti all’ala sinistra del velivolo. Crediti: NASA, Ames Research Center.

A destra. Questa fotografia del 1972 ritrae Bob Krouse (NASA Ames) con il telescopio del Kuiper Airborne Observatory. Il telescopio è stato montato e testato presso l’Ames Research Center prima di essere installato a bordo dell’aeroplano presso gli stabilimenti della Lockheed Aircraft Systems (Ontario, California). Crediti: NASA, Ames Research Center.

Il Kuiper Airborne Observatory (KAO) era un osservatorio astronomico volante gestito dalla NASA, montato a bordo di un aeroplano Lockheed C-141A Starlifter altamente modificato. Il KAO cominciò la sua attività scientifica nel 1974, specializzato nelle osservazioni nella banda infrarossa. L’anno seguente venne dedicato all’astronomo Gerard Kuiper. A partire dal 1995 è stato ritirato dal servizio attivo ed è ora ospitato al Moffett Federal Airfield in California, USA, presso l’Ames Research Center della NASA.

Dotato di quattro potenti motori e di un’apertura alare di quasi 50 metri, il KAO era in grado di salire fino a una quota di 13 700 metri, con un’autonomia di viaggio fino a 11 000 km.

Grazie all’alta quota raggiunta, poteva compiere le sue osservazioni lasciando al di sotto di sé l’85% dell’atmosfera e più del 99% del vapore acqueo terrestre, una delle principali fonti di disturbo nell’osservazione infrarossa. Per avere migliori condizioni osservative non restava che andare in orbita…

Il Kuiper Airborne Observatory era attrezzato con un telescopio Cassegrain di 92 cm (36 pollici) di apertura, progettato per operare al meglio proprio