Coelum Astronomia 209 - 2017 - Page 66

66

Coelum Astronomia

Dimensioni a Confronto

Con i suoi 500 m di diametro e una superficie pari a 203.000 m2, il radiotelescopio FAST guadagna velocemente molti primati in fatto di dimensioni.

Esistono però altri radiotelescopi in grado di rivaleggiare con il nuovo arrivato in quanto a numeri. Il primo pensiero va al famoso radiotelescopio di Arecibo (Porto Rico) che per alcuni decenni ha mantenuto la prima posizione sul podio. Il suo diametro di 305 m è ora stato ampiamente surclassato. Se estendiamo la comparativa ai radiotelescopi che hanno antenne non a disco, sicuramente degno di nota è il radiotelescopio russo RATAN-600, con un diametro di 576 m. In questo caso però la sua antenna è un anello, non una parabola, con una superficie utile di raccolta dei segnali pari a circa 12.000 m2. I radiotelescopi a parabola di cui disponiamo in Italia sono quelli INAF di Noto (SR), costruito nel 1988, con un diametro di 32 m, e SRT (Sardinia Radio Telescope), inaugurato nel 2013 con una antenna da 64 m. Non

bisogna dimenticare però anche il grande Radiotelescopio di Medicina (BO), inaugurato nel 1964. Chiamato anche “Croce del Nord”, è costituito da una serie di antenne disposte in fila a formare due bracci perpendicolari (a croce appunto) che misurano 564 m (in direzione Est-Ovest) e 640 m (direzione Nord-Sud) con un'area

di raccolta complessiva di oltre 30 000 m². Per saperne di più leggi l’articolo “I Primi Passi della Radioastronomia in Italia” in questo stesso numero a pagina 46. A livello europeo, ricordiamo il radiotelescopio tedesco di Effelsberg, con la grande antenna parabolica di 100 m di diametro.