Coelum Astronomia 209 - 2017 - Page 59

www.coelum.com

59

Ceccarelli era dotato di genialità. Secondo me, per affermarlo, basterebbe quel suo strano libretto di divulgazione, così fuori dalle righe e originale, che Zanichelli pubblicò nel 1968, intitolato “Una betulla per la Pio” e il cui sottotitolo diceva “appunti per insegnare la fisica o per tentare di dimenticarla”. Si tratta di uno scritto che non somiglia a nessun altro libro di divulgazione ch’io abbia letto: scherzoso, con molti disegni di nessun valore grafico ma pieni di nostalgia per l’innocenza bambina, ironico e poetico e nello stesso tempo ricchissimo di spunti che portano a guardarsi intorno per

cercare di capire la natura e i suoi fenomeni. Capitoli come “Giocare con l’acqua” (ma non è certo l’unico) sono difficili da dimenticare.

Ma torniamo alla radioastronomia.

Sopra. La Croce del Nord (o per meglio dire, il braccio Est-Ovest) fu inaugurata sotto la pioggia il 24 ottobre del 1964, un sabato, con una cerimonia alla quale presenziarono l'allora ministro della Pubblica Istruzione, Luigi Gui, e il suo predecessore Giuseppe Medici, originario patrocinatore del progetto.

Presenti anche il Cardinale di Bologna e Magnifico Rettore Felice Battaglia oltre a una delegazione di docenti e ricercatori dell'Istituto di Fisica dell'Università degli Studi di Bologna.