Coelum Astronomia 209 - 2017 - Page 20

20

Coelum Astronomia

800mila galassie con un click

di Eleonora Ferroni - Media INAF

Da qualche anno, ormai, grazie ai cataloghi online, è possibile per chiunque cercare dati e informazioni su stelle, galassie e oggetti cosmici finora rilevati. Una delle banche dati di citizen science (la scienza alla portata di tutti) più aggiornate è il Reference Catalog of galaxy Seds (Rcsed), che contiene dati su circa 800mila galassie.

Per ogni galassia nel catalogo troviamo dati sulla composizione stellare, sulla luminosità nell’ultravioletto, nell’ottico e nel vicino infrarosso. Accedendo al sito di Rcsed si possono consultare gli spettri delle galassie rilevati dalla Sloan Digital Sky Survey e le proprietà chimiche di stelle e gas presenti in quelle galassie. Insomma, un numero immenso di dati (raccolti da terra o con i telescopi orbitanti) che rendono questo catalogo unico nel suo genere. Bastano pochi click all’interno della piattaforma online, digitate il nome dell’oggetto o le sue coordinate e subito avrete tutte le informazioni che cercate.

È un progetto di citizen science (cioè ricerca scientifica a cui partecipano scienziati amatoriali e cittadini appassionati), quindi spesso gli astronomi hanno sfruttato l’aiuto dei “non scienziati” anche per implementare il sito. Esperti informatici e grafici web russi hanno contribuito in maniera significativa alla costruzione del catalogo online.

La squadra di Rcsed sta ampliando il catalogo costantemente: presto saranno inclusi i dati della survey Sdss-III, passando da 800mila a 1,5 milioni di oggetti. È prevista, inoltre, l’aggiunta dei dati dell’archivio Hectospec e si parla di 300-400mila oggetti a grandi distanze (nell’universo primordiale), che per adesso nel catalogo non ci sono. In dieci anni si potrebbe arrivare a 25-30 milioni di galassie catalogate.

Il sito di “The Reference Catalog of galaxy SEDs”.