Coelum Astronomia 209 - 2017 - Page 178

174

Coelum Astronomia

"Il mistero degli antichi astronauti"

LIBRI IN USCITA

di Giovanni Caprara

Utet, 2016

Formato: pp. 264; ebook compreso nel prezzo

Prezzo: € 16,00

Con inserto fotografico a colori

Nell’antichità si riteneva che il pianeta Marte – osservato, temuto e ammirato per il suo colore, un rosso inquietante e minaccioso – potesse scatenare guerre, conflitti e passioni fra gli uomini. La vicenda che lo riguarda comincia all’alba del genere umano, già nel III millennio a.C., con racconti e leggende, e da allora il Pianeta Rosso non ha mai cessato di esercitare il suo fascino, accendendo l’ardore conoscitivo e dando impulso a sperimentazioni scientifiche e tecnologiche via via più avanzate.

A partire dalle osservazioni di Giovanni Schiaparelli, che grazie alla scoperta dei “canali” nella seconda metà dell’Ottocento avanzò l’ipotesi della presenza di vita (addirittura intelligente secondo alcuni), passando attraverso la febbrile ricerca dell’acqua, che impegnò generazioni di studiosi, fino alle missioni che consentiranno all’uomo di sbarcare direttamente sulle sabbie rosse, Marte oggi rappresenta sempre più “il pianeta della porta accanto”, oggetto dello sforzo intellettuale così come dell’immaginario collettivo terrestre. Il pianeta diventa non solo metafora dell’altrove, gemello possibile e affine alla Terra, ma ricettacolo di speranze e sforzi, campo di prova delle potenze mondiali, simbolo di dimostrazione tecnologica e, in tempi recentissimi, concreta possibilità di sopravvivenza.

Con Rosso Marte Giovanni Caprara, testimone diretto di numerose missioni dai centri di controllo negli Stati Uniti e in Russia, offre una ricognizione attenta sul passato e sui progetti attuali e futuri della scienza: fra i successi delle sonde “Mariner” e i tonfi delle sovietiche “Mars”, fra le moderne rover, ovvero i robot che perlustrano autonomamente il pianeta, e i piani di Terraforming, la trasformazione dell’ambiente marziano in una specie di “seconda Terra”, si va alla scoperta di come il sogno su Marte sia diventato realtà scientifica. Con un’attenzione speciale per l’Italia (numerosi sono gli scienziati e i tecnologi italiani protagonisti), che, da Schiaparelli in poi, non ha mai smesso di guardare il cielo e, soprattutto, il rosso Marte.

a cura di Massimo Turatto

Direttore dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Padova

Addirittura l’eccessiva attenzione sulla previsione dei terremoti può essere nociva perché distoglie l’attenzione dalla vera causa dei disastri. «Le case crollano perché sono poco resistenti» ci ricorda Amato. Altre nazioni che condividono con noi l’alta sismicità del loro territorio, quali il Cile o la Turchia, senza voler far riferimento a quei marziani dei Giapponesi, hanno in corso degli ambiziosi progetti di messa in sicurezza del loro patrimonio abitativo per arrivare a consegnare ai loro figli delle case più sicure e per poter convivere coi terremoti senza terrore e senza fatalismo. Certamente sono necessari grandi investimenti che possono essere reperiti con intelligenti programmi a lungo termine. Purtroppo per questi ci vogliono statisti e non politicanti concentrati sul ritorno elettorale immediato.

Il libro è di facile lettura, e risulta affascinante pur affrontando un tema serio e impegnativo. In alcuni passaggi arriva persino a far sorridere il lettore grazie al sapiente inserimento di esperienze e riferimenti personali, quali ad esempio i primi contatti con i mostri sacri americani nelle sue prime esperienze di ricerca negli USA, l’incontro con l’Atroce durante l’evento sismico del 1997 o le domande imbarazzate e imbarazzanti del famoso attore vicino di casa, di cui per delicatezza tace il nome.

La cerimonia di premiazione del vincitore si terrà in forma pubblica il 5 maggio 2017 a Padova, presso il Palazzo della Ragione, a partire dalle ore 16.00.

Nella stessa giornata della premiazione, il Comune di Padova conferirà la cittadinanza onoraria al fisico Antonino Zichichi.

5 maggio 2017 - Premiazione

Ecco tutte le schede dei cinque volumi scelti:

- Andrea Grignolio con “Chi ha paura dei vaccini?“, Codice Edizioni, 2016;

- Alessandro Amato con “Sotto i nostri piedi. Storie di terremoti, scienziati e ciarlatani“, Codice

Edizioni, 2016;

- Guido Tonelli con “La nascita imperfetta delle cose“, Rizzoli Editore, 2016;

- Silvia Bencivelli e Daniela Ovadia con “È la medicina, bellezza!“, Carocci Editore, 2016;

- Guido Barbujani con “Gli africani siamo noi. Alle origini dell’uomo“, Editori Laterza, 2016.

Pieghevole informativo - Pagina facebook - Padovacultura.padova.net

Coelum Astronomia

178