Coelum Astronomia 209 - 2017 - Page 111

Di seguito vengono fornite alcune indicazioni sulle condizioni di osservabilità dei pianeti per il mese di marzo 2017.

Mercurio

Non osservabile per buona parte del mese.

Mag.: da −1,3 a −0,4; Diam.: da 4,9" a 7,3".

Mercurio non sarà osservabile per buona parte del mese: il 7 marzo si troverà infatti in congiunzione eliaca superiore con il Sole. Soltanto a partire dal 20 marzo, Mercurio potrà essere cercato nel cielo della sera, tra le stelle dei Pesci, all'incirca due ore dopo il tramonto del Sole, molto basso sull'orizzonte ovest. Mercurio si troverà al perielio il 23 marzo.

Venere

Osservabile poco dopo il tramonto.

Mag.: da −4,8 a −4,1; Diam.: da 46,9" a 58,3".

Dopo il periodo di visibilità ottimale dei mesi precedenti, nel corso del mese Venere diminuirà velocemente la sua altezza sull'orizzonte, tramontando sempre più vicino al Sole, in vista della congiunzione eliaca inferiore del 25 marzo. Nello stesso giorno Venere si troverà anche al perigeo, cioè alla minima distanza dalla Terra.

Si potrà comunque tentare l'osservazione del pianeta a occhio nudo, o attraverso un binocolo o un telescopio, subito dopo il tramonto del Sole guardando verso ovest, tenendo però presente che, a causa della scarsa elevazione l'osservazione sarà resa difficoltosa anche a causa della turbolenza atmosferica.

Marte

Osservabile nella prima parte della notte.

Mag.: da +1,3 a +1,5; Diam.: da 4,6" a 4,2" .

Marte manterrà la sua posizione nel cielo nel corso del mese: il pianeta rosso sarà osservabile tra le stelle dei Pesci durante la prima settimana di marzo, poi entrerà in Ariete il giorno 8. Il pianeta sarà osservabile dopo il tramonto del Sole