Coelum Astronomia 206 - 2016 - Page 81

Abbiamo già parlato (vedi Coelum Astronomia n. 201 a pagina 78) di come realizzare uno stratrail, ossia l’effetto della strisciata delle stelle nel cielo per effetto della rotazione terrestre. Anche in occasione della ripresa di Venere abbiamo pensato di utilizzare questa tecnica, utilizzando un buon obiettivo grandangolare a 11 mm in grado di abbracciare una grande parte di cielo. Considerando che, per avere una strisciata abbastanza lunga dovevamo disporre di un’esposizione totale di almeno un’ora e mezza (120/150 scatti da 30 secondi), una delle macchine fotografiche è rimasta nello stesso posto per quasi tutta la

www.coelum.com

81

Sopra. Foto a campo stretto che mostra Venere in congiunzione con le Pleiadi. Si notino i raggi di luce che partono da Venere, ottenuti sfruttando un diaframma molto chiuso. Foto di Giorgia Hofer.

Per questa composizione abbiamo eseguito 8 scatti con lo zoom a 125 mm, pose di 30 secondi a ISO 2500, f/9,5. Ovviamente con la sensibilità ISO così alta, il rumore comincia a farsi notare. Per ovviare a questo problema abbiamo sfruttato la tecnica della sovrapposizione di più immagini per neutralizzarlo.

Venere e lo Startrail