Coelum Astronomia 206 - 2016 - Page 80

Coelum Astronomia

80

Il Passaggio della ISS e di Satelliti Artificiali

Sapendo che durante la serata ci sarebbe stato un passaggio della Stazione Spaziale Internazionale (potete scoprire i passaggi migliori con le indicazioni di Giuseppe Petricca, qui su Coelum Astronomia), ne abbiamo memorizzato il tragitto e abbiamo approfittato per catturarlo, comprendendo nella nostra inquadratura anche qualche ignaro soggetto umano, che non ama poi molto farsi fotografare. Qui la posa è stata di 20 secondi a 2000 ISO, f/3,5 (il massimo consentito dall’obiettivo).

Ripresa a Campo Stretto

Dopo i primi scatti abbiamo pensato di riprendere la congiunzione restringendo il campo di ripresa, utilizzando un obiettivo con una buona lunghezza focale (120/150 mm) che si adattasse all’estensione degli oggetti da riprendere, in questo caso appunto Venere e le Pleiadi. Per effettuare questa ripresa abbiamo usato l’indispensabile inseguitore, dal momento che più si restringe il campo di ripresa più la posa deve essere breve (per evitare il mosso). Utilizzando questo fondamentale strumento, siamo riuscite tranquillamente a fare delle pose anche al di sopra del minuto di esposizione. Esse si sono rese necessarie in quanto volevamo intenzionalmente ottenere una bella raggiera di Venere, chiudendo il più possibile il diaframma.

Sopra. Il rifugio del Passo Giau e in primo piano Marcella Giulia Pace. Si nota la “strisciata” lasciata dal passaggio della ISS.