Coelum Astronomia 206 - 2016 - Page 8

Coelum Astronomia

8

di Pietro Capuozzo - Polluce Notizie

ExoMars

Nuove foto del sito di schianto di Schiaparelli

A ormai alcune settimane di distanza dal drammatico atterraggio (leggi lo speciale su Coelum Astronomia n. 205) del modulo Schiaparelli sulla superficie marziana, la sonda americana Mars Reconnaissance Orbiter ha trasmesso le prime immagini a colori del sito di impatto. L’immagine è stata scattata dal potente occhio robotico HiRISE a bordo di MRO il 1° novembre scorso.

Questa nuova fotografia conferma che i puntini bianchi che costellano i dintorni immediati del cratere lasciato da Schiaparelli sono oggetti reali. Gli scienziati sospettano che si tratti dei frammenti espulsi dall’impatto del modulo, oppure dalla successiva esplosione dei serbatoi di idrazina, che visto lo spegnimento prematuro del sistema di propulsione a 2-4 chilometri di quota, erano probabilmente quasi del tutto pieni al momento del contatto con il suolo. Un possibile puntino bianco è visibile anche al centro del cratere, largo circa 2,4 metri, ma la sua identificazione è ai limiti delle capacità strumentali di HiRISE.

Circa 900 metri più a sud, HiRISE ha avvistato anche il paracadute e lo scudo termico posteriore che hanno rallentato e protetto Schiaparelli durante la prima parte della sua discesa attraverso l’atmosfera marziana. Rispetto alle immagini scattate in precedenza, il paracadute pare aver cambiato forma, forse sotto l’azione dei venti marziani: un fenomeno simile era stato osservato sempre da MRO nel paracadute del rover Curiosity. Le osservazioni suggeriscono che

lo scudo anteriore sia appoggiato con l’interno rivolto verso la superficie. Anche lo scudo termico frontale è stato fotografato di nuovo, ma anche stavolta in bianco e nero, visto che, al momento del passaggio di MRO, si trovava appena al di fuori del campo visivo dei tre filtri.

Crediti: NASA/JPL-Caltech/University of Arizona.