Coelum Astronomia 206 - 2016 - Page 77

idee e a pensare di uscire insieme per fare qualche scatto in compagnia.

Siccome lei, non essendo del posto, conosceva poco le zone adatte alle fotografie notturne, è stato per me un gran piacere portarla alla scoperta di tutto ciò. Ed è stato anche un bel regalo per me avere finalmente una compagna di avventure con cui condividere le emozioni che si provano sotto un cielo stellato.

Ben presto ci siamo rese conto che in due si riescono a cogliere più particolari e l’emozione che scaturisce dall’esperienza reciproca non fa che arricchire entrambe, migliorando anche il risultato della qualità delle fotografie stesse.

Più volte ci siamo portate su alture dolomitiche a osservare, sperimentare e fotografare, ma questa serata in particolare, ha incluso tanti elementi importanti a testimonianza del fatto che in un’unica uscita, lo spettacolo celeste a cui possiamo assistere è fatto di molte sfumature e con l’esperienza e le conoscenze di entrambe si possono cogliere dei particolari che difficilmente saremmo riuscite a percepire individualmente.

Sono stati indispensabili più corpi macchina, obiettivi molto luminosi dotati di una buona escursione focale, treppiedi e ultimo, ma non meno importante, l’astro-inseguitore. La scelta del luogo giusto di osservazione è stata altrettanto importante: il Passo Giau in questo caso è stata la soluzione ideale, con l’orizzonte libero a ovest, dove sarebbe apparsa la congiunzione, e alla considerevole quota di 2236 m, con un inquinamento luminoso pressoché assente.

Venere e le Pleiadi con luce zodiacale in uno scatto singolo

Appena arrivate al Passo Giau, decidiamo di riprendere subito, a grande campo, la congiunzione tra Venere e le Pleiadi inglobando nell’inquadratura la Ra Gusela. Questo tipo di inquadratura ci ha permesso di mettere in evidenza un fenomeno piuttosto raro da osservare, ossia la Luce Zodiacale, vista da noi per la prima volta in assoluto. I tempi ideali per ottenere le stelle ferme nella nostra inquadratura, usando un obiettivo grandangolare (11-18 mm) e puntando la reflex verso la polare, sono di 30 secondi; al contrario se

www.coelum.com

77

Visita il sito web di Giorgia Hofer con tutte le sue raccolte di immagini!giorgiahoferphotography.com

Giorgia Hofer su

Photo-Coelum

Tutte le immagini di Giorgia su Photo-Coelum!

Clicca qui

Il cielo stellato delle Dolomiti

»