Coelum Astronomia 206 - 2016 - Page 58

58

Coelum Astronomia

voto di 0,99 o più diventano pianeti di fatto, senza bisogno di lunghe e costose campagne di osservazione per confermare la loro natura planetaria.

«Questo studio – ha spiegato Natalie Batalha della NASA – permetterà a Kepler di raggiungere il suo potenziale massimo offrendoci una comprensione più approfondita del numero di stelle che ospitano pianeti terrestri potenzialmente abitabili, un numero che è fondamentale conoscere per poter progettare future missioni in grado di cercare ambienti abitabili e mondi abitati».

In quella occasione Ellen Stofan, Chief Scientist della NASA, ha affermato: «Questo annuncio raddoppia il numero di pianeti scoperti da Kepler. Ora abbiamo più fiducia che da qualche parte là fuori, attorno a una stella simile alla nostra, ci sia davvero un’altra Terra».

L’atmosfera di una super-Terra in dettaglio

Il 2016 ha visto anche la prima identificazione di strutture spettrali nell’atmosfera di una super-Terra – una classe di pianeti del tutto assente entro i confini del nostro Sistema Solare, ma che potrebbe essere la più abbondante nell’intera galassia. La Wide Field Camera 3 a bordo del Telescopio Spaziale Hubble, ha spiato il pianeta “55 Cancri e”, otto volte più massiccio della Terra, transitare di fronte al disco della propria stella. Durante il transito, il telescopio spaziale è riuscito a raccogliere la luce della stella filtrata attraverso l’atmosfera del pianeta, ricostruendone la composizione chimica. L’analisi ha portato all’individuazione di grandi quantità di idrogeno ed elio, mentre il vapore acqueo è risultato del tutto assente. I dati hanno suggerito inoltre che il pianeta possa ospitare vaste quantità di acido cianidrico, una molecola indicativa di un’atmosfera ricca di carbonio.

La totale assenza di acqua nell’atmosfera della super-Terra non è una sorpresa, visto che orbita attorno alla sua stella a una distanza di appena milioni di chilometri, completando una rivoluzione in meno di 18 ore.

Rappresentazione artistica della super-Terra 55 Cancri e davanti alla sua stella madre. Crediti: ESA/Hubble, M. Kornmesser.