Coelum Astronomia 206 - 2016 - Page 112

Gli Ammassi Aperti M35 e M37

M35 e M37 sono una coppia di ammassi aperti rintracciabili, rispettivamente, nella costellazione dei Gemelli e in quella dell’Auriga. Ottimi soggetti nel cielo invernale, risplendono con magnitudine simile, di poco superiore al valore di +5, il che li rende osservabili anche ad occhio nudo da cieli perfettamente bui.

Tramite binocoli si riescono a risolvere già molte componenti, ma al telescopio i due oggetti riempiono tutto il campo di osservazione con innumerevoli stelle, da bordo a bordo!

Distanti 2800 e 4400 anni luce dal nostro pianeta, sono tra i migliori osservabili.

Il primo, M35, delle dimensioni apparenti della Luna Piena, data la sua vicinanza all’eclittica, può essere periodicamente occultato, completamente o parzialmente, dalla

A sinistra. Una bella fotografia a largo campo riprende l'ammasso M44 insieme alle due stelle delta e gamma Cancri, rispettivamente conosciute come Asellus australis e Asellus borealis, ovvero “gli asinelli”; nomi che si ricollegano a uno dei numerosi appellativi con cui è conosciuto l’ammasso fin dall’antichità, e cioè quello di “la Mangiatoia”, con riferimento al fatto che le due stelline si trovano simmetricamente davanti all’ammasso come due asini davanti alla mangiatoia.

Nell’ingrandimento in basso a destra, in cui si vede chiaramente come la parte centrale di M44 riproduca curiosamente la forma delle Iadi, è indicata anche la posizione di epsilon Cancri, stella appartenente all’ammasso.

Luna stessa o da altri pianeti. Vicino a questo troviamo anche il piccolo ammasso NGC 2158, risolvibile con strumenti di grandi aperture.

Coordinate celesti: RA 06h 09m 01s – Dec. +24° 21m 00s.

112

Coelum Astronomia