Coelum Astronomia 206 - 2016 - Page 110

questi oggetti crea una sequenza di emozioni troppo difficile e complessa da poter essere illustrata con semplici parole».

Le coordinate sono RA 02h 19m 00s / 02h 22m 00s - Dec. +57° 09m 00s / +57° 07m 00s.

Concludiamo con gli ammassi stellari con tre dei più affascinanti tra loro (un elenco completo sarebbe troppo esteso e occuperebbe ben più del previsto).

Sopra. Doppio Ammasso di Perseo. Immagine realizzata da Maurizio Cabibbo il 2 settembre 2016 con Takahashi TOA130 e camera CCD Sbig STL11000. Autoguida Orion SSAG su SkyWatcher 70/500. Montatura Losmandy G11.

M44, l’Ammasso del Presepe

M44, il Beehive Cluster (Alveare), conosciuto anche come l’Ammasso del Presepe, è probabilmente l’ammasso aperto più famoso del cielo dopo le Pleiadi.

Difficile da osservare a occhio nudo per via della sua ridotta luminosità, esplode letteralmente con dei semplici binocoli, data la sua grande estensione.

M44 dista circa 600 anni luce ed è composto da un centinaio di stelle con magnitudini che vanno dalla +6 alla +11, contate tra quelle raggiungibili con un buon binocolo o un piccolo telescopio. La sua

magnitudine lo rende purtroppo invisibile da cieli che non siano quasi del tutto oscuri. Sotto cieli molto bui, questo ammasso appare anche a occhio nudo come una

110

Coelum Astronomia