Coelum Astronomia 205 - 2016 - Page 65

www.coelum.com

65

CaSSIS: Colour and Stereo Surface Imaging System

Si tratta di un sistema di imaging ad alta risoluzione (5 m per pixel) che scatterà fotografie a colori e stereo della superficie, riprendendo un ampio campo. Indagherà sul contesto geologico e dinamico per identificare le possibili fonti di gas in traccia rilevate dagli strumenti NOMAD e ACS. Il Principal Investigator è Nicolas Thomas dell’Università di Berna, Svizzera.

NOMAD: Nadir and Occultation for Mars Discovery

NOMAD combina assieme ben tre spettrometri, due operanti nell’infrarosso e uno nell’ultravioletto, per operare l’identificazione ad alta sensibilità dei componenti dell’atmosfera di Marte, e specialmente le tracce di metano. Si avvarrà sia delle occultazioni solari da parte del pianeta sia della luce diretta riflessa. Il Principal Investigator è Ann Carine Vandaele del Belgian Institute for Space Aeronomy di Bruxelles in Belgio; il Co-Principal Investigator è Giancarlo Bellucci dell’INAF-IAPS, Italia.

FREND: Fine Resolution Epithermal Neutron Detector

Questo rivelatore di neutroni mapperà la presenza di idrogeno sulla superficie, analizzandola fino a un metro di profondità, per rilevare depositi nascosti di ghiaccio d’acqua. Le misure compiute dallo strumento saranno fino a dieci volte più accurate di quanto ottenuto finora. Il Principal Investigator è Igor Mitrofanov, dell’Istituto di Ricerca Spaziale di Mosca.

ACS: Atmospheric Chemistry Suite

ACS è una suite composta da tre spettrometri operanti nell’infrarosso per indagare nel dettaglio la chimica e la struttura dell’atmosfera marziana. Farà coppia con NOMAD per estendere le lunghezze d’onda coperte. Il Principal Investigator è Oleg Korablev, dell’Istituto di Ricerca Spaziale di Mosca.

Crediti: ESA/ATG Medialab.

Schiaparelli

La sonda TGO (Trace Gas Orbiter) e il suo carico di avanzatissimi strumenti scientifici