Coelum Astronomia 205 - 2016 - Page 18

18

Coelum Astronomia

Allerta meteo

per il Pianeta Rosso

di Redazione Media INAF

Lo dice la NASA: il picco a partire dall’ultimo weekend di ottobre. Previsione elaborata grazie a un modello che tiene conto delle variazioni del periodo orbitale di Marte dovute all’influenza di altri pianeti. Se confermata, sarà utile per lander, rover e future missioni con equipaggio umano.

Sopra. Marte nel 2001, in due immagini raccolte a un mese di distanza l’una dall’altra dal Mars Global Surveyor della NASA: nel riquadro a destra è evidente l’offuscamento completo prodotto dalla tempesta di polvere. Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS.

Una previsione vera. Di quelle che vengono annunciate molto tempo in anticipo sull’evento. E con una data precisa: 29 ottobre 2016. No, non occorre che la cerchiate sul calendario, a meno che non abbiate in programma di trascorre l’ultimo week-end del mese in lidi davvero remoti: su Marte. Già, perché l’allerta meteo "diramata" quasi un anno e mezzo fa, il primo maggio 2015, dal planetarista della NASA James Shirley attraverso la rivista Icarus riguarda proprio il Pianeta rosso.

«Marte raggiungerà il punto centrale dell’attuale stagione delle tempeste di polvere il 29 ottobre di quest’anno. Sulla base del modello storico che abbiamo trovato», spiegava ieri Shirley in un comunicato del Jet Propulsion Laboratory della NASA, «riteniamo molto probabile che una tempesta di sabbia globale avrà inizio nell’arco di poche settimane, o mesi, a partire da questa data».