Coelum Astronomia 205 - 2016 - Page 125

www.coelum.com

125

I primi giorni di novembre saranno caratterizzati, sull'orizzonte ovest, da Venere e Saturno che si incontreranno in una bella congiunzione il primo di novembre (la separazione sarà poco più di 4°). A questi, il 2 novembre, si aggiungerà anche una sottilissima falce di Luna (fase 8%) a formare un terzetto. L’orario consigliato è quello delle 17:45, quando saranno ancora immersi nel chiarore del crepuscolo (la notte astronomica inizia circa un’ora dopo, alle 18:41), ma non troppo bassi sulla la linea dell’orizzonte (circa 10°), dietro la quale tramonteranno dopo solo mezz’ora. Poco il tempo quindi per scattare affascinanti fotografie assieme al paesaggio circostante e un'interessante occasione per confrontare la differenza di magnitudine di questi oggetti, ad occhio nudo o con l'ausilio di un binocolo.

1 - 2 novembre: Congiunzione Venere – Saturno – Luna

6 novembre, ore 20:30: Congiunzione Luna – Marte – Beta Cap (Dabih)

Distanze angolari: 6° Luna – Marte: 2° 20' Luna – Dabih

Il 6 novembre la Luna (fase 39%), Marte (mag. +0,4) e la stella Dabih (Beta Cap, mag. +3,0) della costellazione del Capricorno, saranno protagonisti di una spettacolare congiunzione: i tre astri saranno allineati quasi perfettamente in verticale sull’orizzonte sudovest. L’ora consigliata per l’osservazione è a partire dalle 20:15, quando Marte, il più basso dei tre, avrà un’altezza di almeno 10° (mentre alle 21:00 sarà già molto più basso e difficile da osservare, essendo a poco più di 6° sull’orizzonte).

FENOMENI E CONGIUNZIONI