Coelum Astronomia 205 - 2016 - Page 113

riferimento, il nostro cervello la stima molto più grande, proprio perché ha a disposizione degli elementi di confronto.

Negli esempi che vi ho riportato, vedete le montagne come elemento del paesaggio perché, come sapete, questo è il mio mondo, quello in cui vivo. In realtà qualsiasi elemento del paesaggio andrà bene, anche i palazzi o i monumenti della propria città possono rendere particolare l'inquadratura. Ricordate il concorso Fotografico 2012 “Moon Games” di Coelum Astronomia? A questa pagina potete vedere come i partecipanti si sono divertiti a riprendere la Luna nelle più fantasiose inquadrature!

Riprendere la Luna è sempre una grande emozione: quando la osservo e penso che dista da noi circa 384 000 km e che comunque è l’oggetto celeste più vicino, mi vengono i brividi! Da sempre l’uomo ha composto poesie per lei. La Luna ha la capacità di elevare il cuore e lo spirito delle persone sensibili verso concetti eterei e appassionati. Non può essere un semplice “sasso” che orbita attorno al nostro pianeta; è qualcosa di più… È una compagna delle notti buie, un’amica che ci segue assiduamente nel nostro cammino tra le stelle e sapere che c’è sempre, anche se non si vede, non mi fa sentire mai sola. E questa è la vera magia.

Questo è stato un anno molto fortunato per me, tutto è cominciato quando ho deciso di partire per il viaggio di osservazione dell’eclissi di Sole in Indonesia e mai avrei immaginato che tutto questo mi avrebbe portato anche all’Osservatorio Reale di Greenwich.

La notizia della selezione della mia fotografia nella short list del concorso “Insight Astronomy Photographer of the year” è arrivata alla fine del mese di aprile, circa un mese dopo il mio rientro dall’Indonesia, ed è stata una stupenda emozione. Non sapevo ancora chi fossero i vincitori del contest, il risultato sarebbe arrivato solamente il 15 settembre, ma solo l’accesso alla short list è bastato per farmi decidere di prendere il volo alla volta dell’Osservatorio Astronomico Reale di Greenwich a Londra, per assistere alla cerimonia di premiazione. Ci sono già stata 10 anni fa, ma lo spirito che avevo in questa occasione è tutt’altra cosa... un conto è visitare l’Osservatorio da turista, un conto invece è avere un invito ufficiale per merito. Vedere la mia fotografia tra le 140 finaliste, scelta tra le 4500 immagini inviate dai più grandi astrofotografi del mondo, è un’emozione che difficilmente riesco a descrivere, non sembra nemmeno una cosa reale...

www.coelum.com

113

Concorso “Insight Astronomy Photographer of the year”

di Giorgia Hofer

Sotto. Osservatorio Reale di Greenwich.

Crediti: Kjetil Bjørnsrud.