Coelum Astronomia 205 - 2016 - Page 111

www.coelum.com

Sopra. sdfafasfasdf

Sopra. Ecco il meraviglioso risultato finale ottenuto dall'elaborazione delle immagini precedenti.

111

Scatto con paesaggio in silhouette

Una delle pose più facili e sicuramente suggestive da eseguire è lo scatto con silhouette. Questa ripresa non richiede una particolare programmazione e, in questo caso particolare è meglio se la Luna è piena.

Di solito i giorni di Luna piena sono i più deludenti per un astrofilo. In questi giorni infatti non si potranno mai osservare grandi strutture, perché il Sole, illuminando il nostro satellite di fronte, non proietta le ombre sulla superficie lunare, rendendo il paesaggio meno tridimensionale.

Come dicevo, però, si possono sfruttare comunque questi giorni per riprendere il nostro satellite in prossimità dei rilievi o di strutture artificiali.

Sappiamo che la Luna piena ha una magnitudine piuttosto importante (mag. -12) e quindi nel buio della notte dovremo riprenderla con scatti molto brevi.

Nell’esempio riportato, ho approfittato del fatto che si trovasse a spuntare dietro le punte di alcuni abeti: una posa di 1/350 di secondo e sensibilità a 250 ISO e il gioco è fatto! Gli alberi danno una sensazione di profondità all’immagine: sono ben definiti perché comunque distanti dalla mia zona di ripresa, e il risultato è un’immagine essenziale ma comunque affascinante. Nella maggior parte dei casi non si deve nemmeno fare molta strada per trovare una situazione simile.

Alla pagina precedente

In alto. Teleobiettivo Sigma 400 mm e Nikon D5100 su treppiede. Posa di 1/750 di secondo, iso 1250, f/10.

In basso. Teleobiettivo Sigma 400 mm e Nikon D5100 su treppiede. Posa di 1/350 di secondo, iso 250, f/7,5.

Sotto. Luna del 16° giorno ripresa all’alba assieme alle Marmarole, con teleobiettivo con Sigma 400 mm e Nikon D5100 su treppiede. Posa di 1/500 di secondo, iso 800, f/7,5.