Coelum Astronomia 205 - 2016 - Page 108

di Giorgia Hofer

Fotografare

la Luna

UNO SCATTO AL MESE

di Giorgia Hofer

Coelum Astronomia

108

Se l’astronomia è la più antica delle scienze allora l’osservazione della Luna è la più antica di tutte le osservazioni astronomiche. Di fatto la Luna è probabilmente il primo oggetto che ogni astrofilo si cimenta a riprendere e non c’è nulla di cui stupirsi. Dopo il Sole, è l’oggetto celeste che più attira l’attenzione accendendo le emozioni e i sentimenti di un animo romantico e sensibile.

Io stessa ho iniziato il mio percorso nell’astrofotografia riprendendo la Luna: mi ricordo ancora la grande emozione che provai quando, dallo schermo della mia reflex, uscì quello scatto in cui comparivano i crateri lunari.

Un bell’aspetto della ripresa della Luna è che ogni giorno essa cambia, ogni giorno compaiono nuovi dettagli. I crateri, illuminati dalla luce solare, appaiono ogni volta diversi e sul terminatore (la linea fittizia che separa la parte illuminata da quella in ombra) possiamo così vedere i bellissimi dettagli dell’antico bombardamento subito da Selene (antico nome della Luna) dalla nascita del Sistema Solare.

Leggi anche:

Riprendiamo la Via Lattea: Il Nucleo su Coelum 203 e l'Arco su Coelum 204