Coelum Astronomia 203 - 2016 - Page 83

www.coelum.com

83

mette a disposizione una comoda funzionalità di go-to per selezionare una destinazione specifica e raggiungerla automaticamente.

Il menù di gioco, che compare in sovra impressione spostando il cursore del mouse sul lato sinistro dello schermo, ci consente inoltre di accedere a una Wiki integrata nel software che contiene informazioni dettagliate su ogni singolo corpo celeste. L’unico limite imposto all’esplorazione è la nostra curiosità: il numero di corpi celesti creati dal sistema di generazione procedurale è così elevato che non basterebbe una vita intera per esaurire l’Universo digitale di Space Engine.

Per il momento la creatura di Romanyuk è ancora in versione alpha, quindi si tratta di un software incompleto, pesante e pieno di bug. La versione attuale è la 0.973, che a breve verrà aggiornata con una patch. Per provare Space Engine recatevi sul sito ufficiale di Vladimir Romanyuk (en.spaceengine.org) e scaricate il software dalla sezione Download: il pacchetto, che include un eseguibile autoinstallante, pesa all’incirca 1 gigabyte. Il download è gratuito, ma se lo desiderate potete contribuire allo sviluppo del progetto lasciando una donazione nell’apposita pagina (http://en.spaceengine.org/index/funding_and_donations/0-26).

I requisiti per poter usufruire del simulatore sono

piuttosto abbordabili: per godere di un’esperienza di gioco soddisfacente basteranno una CPU da 3 Ghz, 2 GB di RAM e una buona scheda video con 1 GB di memoria. Space Engine per il momento funziona esclusivamente su sistemi Windows, ma in futuro la compatibilità verrà estesa anche a OS X e Linux.

Space Engine

Versione corrente: 0.973

Sito web: en.spaceengine.org

Download (gratis): en.spaceengine.org/load/

Al momento disponibile solo per ambienti Windows.

Per contribuire al progetto è possibile effettuare una donazione alla pagina: en.spaceengine.org/index/funding_and_donations/0-26