Coelum Astronomia 203 - 2016 - Page 52

Ingegneri del JPL della NASA posano con la navicella completata Galileo. La sonda verrà successivamente modificata dopo il disastro del Challenger nel 1986.

Credits: NASA-JPL

52

Coelum Astronomia

Qual è la galassia

più grande in assoluto?

Scoprirlo è una delle sfide più complesse della ricerca astronomica. Vediamo perché.

di Michele Diodati

Per riuscire a misurare l’estensione di un oggetto posto a distanze astronomiche è prima necessario conoscere la sua distanza dall’osservatore. Ma uno dei maggiori problemi che si incontrano in astronomia è proprio quello del calcolo delle distanze. A partire dai primi tentativi degli astronomi greci, sono più di due millenni che l’ingegno umano si arrovella per escogitare metodi per calcolare la distanza esatta di stelle e pianeti. Molti progressi sono stati fatti, ovviamente, e la tecnologia ci consente oggi una precisione che gli antichi potevano soltanto sognare. Il satellite astrometrico Gaia, per esempio, lanciato dall’agenzia spaziale europea ESA nel 2013, sta mappando la Via Lattea con un’accuratezza senza precedenti, con l’obiettivo di ottenere la precisa distanza di un miliardo di stelle entro il 2019. Il guaio è che, a mano a mano che le distanze aumentano, i metodi per calcolarle (vedi l’approfondimento qui) diventano sempre più approssimativi. Se per stelle distanti non più di qualche migliaio di anni luce il metodo della