Coelum Astronomia 203 - 2016 - Page 33

Si chiama Stella il dispositivo Meade per il controllo remoto del telescopio in Wi-Fi tramite smartphone e tablet. L’unità, di dimensioni e peso piuttosto contenuti (77 x 112 x 25 mm; 0,12 kg), va collegata con un cavo al telescopio tramite una delle tre porte disponibili (USB-A, DB9 Seriale e Micro-USB). È quindi in grado di comunicare in WiFi con un dispositivo mobile grazie a SkySafari o alla apposita app StellaAccess (per Android e iOS che dispone di un database di oltre 2.5 milioni di oggetti celesti) con cui è possibile controllare il telescopio e con un semplice tocco sul touch screen fargli puntare l’oggetto visualizzato nel software planetario installato nel proprio smartphone o tablet.

Non è necessaria una connessione internet, Stella può collegarsi infatti al dispositivo mobile tramite reti Wi-Fi locali, ma è in grado anche di generarne una propria, configurandone autonomamente tutti i parametri necessari (come SSID, password ed altre impostazioni di sicurezza).

Il dispositivo è alimentabile a batterie o con alimentatore e dispone di una funzione per il risparmio energetico per aumentare la durata delle batterie.

Stella, il controller remoto Wi-Fi Meade

È compatibile con tutti i telescopi Meade con Audiostar, Autostar (salvo la versione 494), Autostar II e Autostar III, ma anche con altri sistemi dotati di interfaccia seriale USB o RS-232 (clicca qui per la lista completa dei telescopi compatibili).

Stella è in vendita al di prezzo

269 euro.

www.skypoint.it

www.coelum.com

33