Coelum Astronomia 203 - 2016 - Page 26

Red Dragon

SpaceX ha proposto di inviare una capsula automatica Dragon 2 su Marte nel 2018 come dimostratore delle tecnologie necessarie per trasportare dei carichi sul pianeta, soprattutto compiendo un atterraggio sicuro sulla superficie del pianeta.

Con il nome di Red Dragon, sarà lanciato da un Falcon Heavy e scenderà sulla superficie del pianeta rosso utilizzando i quattro propulsori di cui sarà dotata.

Il progetto proseguirà con un decollo ogni 26 mesi, in corrispondenza con le finestre di lancio verso Marte fino a culminare con una missione con equipaggio fra il 2024 e il 2025.

Il Dragon 2 dovrebbe debuttare con un viaggio verso la ISS nel 2017.

Crediti: SpaceX

ARM senza futuro

La missione Asteroid Redirect Mission (ARM) che la NASA aveva fra le proprie proposte come una sorta di palestra per future missioni umane verso altri corpi celesti, è ora a rischio di cancellazione da parte dell’ente spaziale americano. La missione riguardava la possibilità di catturare un piccolo asteroide e portarlo in orbita terrestre.

Il motivo principale di questo annullamento consiste nella chiusura dei finanziamenti da parte del Congresso americano, con la motivazione che non appare utile l’uso di risorse per raggiungere un asteroide come test per colonizzare Marte. È ritenuto più utile un ritorno alla Luna che potrà essere un banco di prova più completo per portare gli esseri umani sul pianeta rosso.

A destra. Rappresentazione artistica dell'ultima fase della cattura, i bracci robotici si aggrappano al masso e le gambe si allungano spingendo verso l'alto la sonda. Crediti: NASA.

26

Coelum Astronomia