Coelum Astronomia 203 - 2016 - Page 25

Mars Science Laboratory

Curiosity – Marte, Sol 1433 (17 agosto 2016).

Il grande rover si trova alle falde del Monte Sharp, una formazione rocciosa alta 4800 metri posta al centro del cratere Gale, dove è atterrato oltre quattro anni fa.

Curiosity ha subito un evento imprevisto il 2 luglio che lo ha portato in Safe Mode, quella condizione che minimizza le operazioni e mette il veicolo in una situazione di stand-by per evitare problemi e in attesa di istruzioni da Terra. Solitamente la Safe Mode si attiva a seguito di un guasto ed è per questo che il centro di controllo ha voluto accertarsi che non ci fossero problemi a bordo del rover prima di iniziare le operazioni di ripristino.

Completati gli accertamenti, il 9 luglio MSL è stato riportato alle normali condizioni di funzionamento, ripristinando progressivamente le varie funzionalità. Le cause dell’entrata in azione della Safe Mode sono state attribuite ad un problema di conversione dati fra il software delle fotocamere e la gestione dati del computer principale.

Un’importante novità per MSL è la possibilità di scelta autonoma degli obiettivi da impiegare per lo spettrometro laser. Uno speciale software sviluppato dai ricercatori durante la missione si occupa di analizzare le immagini della fotocamera e, in base ai parametri inviati da Terra, il computer di bordo decide quali punti colpire con il laser per l’analisi. Grazie a questo software Curiosity può eseguire numerose misurazioni a settimana. Il lavoro prosegue.

Chang’e 3

Il lander cinese è ancora operativo sulla superficie lunare dopo due anni e mezzo e sta ancora inviando a Terra i dati raccolti. Nonostante la notizia che il piccolo rover Yutu (“il coniglio di giada”) potesse essersi definitivamente spento, recenti notizie provenienti dalla Planetary Society hanno riportato che esso potrebbe essere in realtà ancora operativo, anche se senza alcuna possibilità di movimento.

Dovremo attendere la fine della trentatreesima notte lunare per avere una conferma definitiva.

Crediti: NASA

www.coelum.com

25